ANALISI FINALE **

Valutazione
Discutibile, crudezze
Tematica
Donna, Giallo - Triller, Matrimonio - coppia
Genere
Thrilling
Regia
Phil Joanou
Durata
124'
Anno di uscita
1992
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
FINAL ANALYSIS
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Wesley Strick Robert Berger, Wesley Strick
Musiche
George Fenton
Montaggio
Thom Noble

Sogg.: Robert Berger, Wesley Strick - Scenegg.: Wesley Strick - Fotogr. (normale/a colori): Jordan Cronenweth - Mus.: George Fenton - Montagg.: Thom Noble - Dur.: 124' - Produz.: Charles Roven, Paul Junger Witt, Tony Thomas.

Interpreti e ruoli

Richard Gere (Isaac Barr), Kim Basinger (Heather Evans), Uma Thurman (Diana Baylor), Eric Roberts (Jimmy Evans), Keith David (Detective Huggins), Paul Guilfoyle (Mike O'Brien), Robert Harper (Alan Lowenthal), Agustin Rodriguez, Rita Zohar, George Murdock.

Soggetto

A San Francisco, durante il trattamento analitico della sua giovane paziente Diana Baylor, il noto psichiatra Isaac Barr per conoscere alcuni episodi del passato della donna accetta di incontrarsi nel proprio studio con la sorella di costei, Heather, moglie di Jimmy Evans, un uomo oppressivo e cinico, moralmente ambiguo. Heather, che è una donna affascinante, riesce a sedurre Isaac convinto di essere appassionatamente corrisposto. Nel frattempo costei, che è affetta da ebbrezza patologica (le basta una minima quantità di alcool per avere una crisi con perdita di memoria) uccide Jimmy: riconosciuta al processo non colpevole, grazie ad una difesa coordinata da Barr, viene ricoverata in un centro di cura. Frattanto, casualmente, Isaac scopre di essere vittima di una perfida macchinazione ordita, con la complicità di Diana, da Heather che ha ucciso con premeditazione il marito. Riuscita, con uno stratagemma, ad allontanarsi dal centro di cura, Heather nel tentativo di uccidere sia Barr sia il detective Huggins, ormai convinti della sua colpevolezza, incidentalmente muore.

Valutazione Pastorale

Un thriller assai complesso che si avvale di una efficace e solida struttura narrativa, mai farraginosa o sconnessa. Ben fotografato, il film vanta autentici colpi di scena proposti con plausibilità. Le sedute dallo psichiatra, si alternano alle indagini, poliziesche, alle perizie mediche, ai trabocchetti della procedura giudiziaria e alle sbarre della prigione. L'analista Isaac, valido professionista si fa intrappolare ingenuamente da colei che assai seducente è intenzionata ad incastrarlo: lui è Richard Gere, lei è Kim Basinger, due convincenti interpreti impegnati a rendere credibili le loro azioni.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film