BULLETPROOF

Valutazione
Futile, crudezze
Tematica
Amicizia, Violenza
Genere
Poliziesco
Regia
Ernest Dickerson
Durata
85'
Anno di uscita
1998
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Bulletproof
Distribuzione
United International Pictures

Orig. : Stati Uniti (1997) - Sogg. : Joe Gayton - Scenegg. : Joe Gayton e Lewis Colick - Fotogr. (Panoramica/ a colori) : Steven Bernstein - Mus. : Elmer Bernstein - Montagg. : George Folsey,jr. - Dur.: 85' - Produz. : Robert Simonds.

Interpreti e ruoli

Damon Wayans (Keats), Adam Sandler (Moses), James Caan (Colton), Jeep Swenson (Bledsoe), James Farentino (capitano Jensen), Kristen Wilson (Traci), Larry McCoy (detective Sulliman), Allen Covert. (detective Jones), Bill Nunn (Finch), Mark Roberts (Charles)

Soggetto

Moses e Keats un tempo erano amici. Moses ora è un piccolo ladro di automobili che ha deciso di integrare le proprie entrate lavorando per un grosso trafficante di droga. Quando si presenta l'occasione, Moses non esita a coinvolgere Keats, il suo migliore amico. Ma nel bel mezzo della compravendita si scopre che Keats é un agente di polizia in incognito. Nella confusa sparatoria che segue la rivelazione, Moses spara involontariamente a Keats. Alla fine di quella terribile sperienza, superata grazie all'aiuto della fisioterapista Traci, Keats capisce che l'amicizia con Moses è ormai compromessa. Moses si sente tradito, e Keats ha rabbia nei confronti di lui che, crede, ha tentato di ucciderlo. Keats riceve l'incarico di riportare a Los Angeles Moses, ora latitante in fuga, affinché possa testimoniare contro il boss della droga Colton. La caccia diventa una lotta per al sopravvivenza. Colton interviene per rendere più difficili le cose. Dopo inseguimenti, rapimenti, ricatti, Colton colpisce Moses al posto di Keats. Poi Moses si riprende e uccide Colton. Per sfuggire alle conseguenze dei fatti, ecco ora Moses arrivato in Messico come finto torero. Al bar ritrova Keats. Gli inservienti lo buttano fuori.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un film del genere poliziesco-avventuroso dagli sviluppi abbastanza prevedibili e poco coinvolgenti. Gli attori sono nomi conosciuti in America anche per le loro partecipazioni a famosi spettacoli televisivi. In questa occasione risultano un po' scialbi e di scarsa vivacità. Forse l'obiettivo era proprio quello di prendere in giro il 'poliziesco' classico, mettendo insieme una serie di situazioni sopra le righe, fracassone e rumorose. In effetti questo c'è, e poi ben poco di altro. Tutto si svolge all'insegna della banalità e della modestia. Un film anonimo che, dal punto di vista pastorale, è da comprendere nella categoria del futile, ossia privo di contenuti etico/culturali e anche di valori formali. Da segnalare qualche crudezza visiva. UTILIZZAZIONE: sostanzialmente la programmazione può essere trascurata. Del resto il film appare come uno di quei prodotti adatti a qualche rapido e trascurabile passaggio televisivo. Attenzione in questo caso alla presenza di bambini e minori.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film