FACOLTA’ DI MEDICINA: ORGANI CERCASI

Valutazione
Futile, Grossolanità
Tematica
Giovani
Genere
Farsesco
Regia
Dean Murphy
Durata
97'
Anno di uscita
2001
Nazionalità
Australia
Titolo Originale
Muggers
Distribuzione
Cecchi Gori Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Daniel Schaft, Robert B.Taylor Robert B.Taylor
Musiche
Frank Strangio
Montaggio
Peter Carrodus

Orig.: Australia (2000) - Sogg.: Robert B.Taylor - Scenegg.: Daniel Schaft, Robert B.Taylor - Fotogr. (Scope/a colori): Roger Lanser - Mus.: Frank Strangio - Montagg.: Peter Carrodus - Dur.: 97' - Produz.: Instinct Entertainment.

Interpreti e ruoli

Jason Barry (Gregor), Matt Day (Brad), Petra Yared, Chris Haywood, Marshall Napier, Simon Bossel, Stewart Faichney, Caroline Gillmer.

Soggetto

Fallimentari nel curriculum alla facoltà di medicina, i due amici Gregor e Brad sono attesi da un esame che può rivelarsi decisivo. Malauguratamente, perdono gli appunti delle lezioni, e cercano di recuperali in qualche altra aula. Capita così che riescano a sentire un colloquio in cui il prof. Lawrence fa richiesta di un rene. Come previsto, l'esame va male. Gregor e Brad camminano delusie preoccupati, quando un uomo muore davanti a loro. Scattata l'idea, gli tolgono il rene e lo portano al dott.Browning, al quale era arrivata la richiesta. Visto il successo, i due ragazzi, che hanno molti debiti in sospeso, si impegnano a trovare altri tre reni. A questo punto, chiedono al prof. Lawrence di fare con lui gli esami finali. Messi sotto accusa, sono inseguiti dagli infermieri e dal boss che organizza il traffico degli organi. Dopo altri movimentati inconvenienti, Brad preleva ancora un fegato. Si scatena una scazzottata generale. Arriva la polizia e porta via tutti.

Valutazione Pastorale

E' perfino superfluo dire che l'argomento di fondo (il commercio degli organi umani) é serio e attuale. Conviene quindi aggiungere che in questa produzione australiana il tema serve solo da pretesto per una di quelle commedie giovanilistico-studentesche improntate alla più totale leggerezza e rilassatezza. L'umorismo in questo caso vorrebbe tingersi un po' di nero ma il copione è privo di eleganza, il tono farsesco non è controllato e scade nel ripetitivo. La comicità quindi é stiracchiata e poco coinvolgente, prevalgono mediocrità e faciloneria. Più che far ridere, il racconto annoia o lascia indifferenti. Dal punto di vista pastorale, l'assoluta mancanza di elementi in grado di dargli qualche visibilità, induce a valutare il film come futile, e in molti passaggi grossolano. UTILIZZAZIONE: una eventuale utilizzazione deve tener conto del modesto livello del film, che offre ben pochi motivi di interesse.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film