GENITORI IN TRAPPOLA

Valutazione
Brillante, Raccomandabile, dibattiti**
Tematica
Adolescenza, Famiglia - genitori figli, Film per ragazzi, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Nancy Meyers
Durata
127'
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The parent trap
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
basato sul film "Il cowboy con il velo da sposa" ispirato al racconto per bambini 'Das doppelte Lottchen' di Erich Kastner
Musiche
Alan Silvestri

Orig.: Stati Uniti (1998) - Sogg.: basato sul film "Il cowboy con il velo da sposa" (1961) ispirato al racconto per bambini 'Das doppelte Lottchen' di Erich Kastner - Scenegg. : David Swift e Nancy Meyers & Charles Shyer - Fotogr. (Panoramica/ a colori): Dean A.Cundey - Mus.: Alan Silvestri - Montagg. : Stephen A.Rotter - Dur.: 127' - Produz.: Charles Shyer.

Interpreti e ruoli

Lindsay Lohan (Hallie Parker e Annie James), Dennis Quaid (Nick Parker), Natasha Richardson (Elizabeth James), Elaine Hendrix (Meredith Blake), Lisa Ann Walter (Chessy), Simon Kunz (Martin), Polly Holliday (Marva Kulp), Maggie Wheeler (senior), Ronnie Stevens (Marva Kulp), Joanna Barnes (junior), Vendela K.Thommessen . (il nonno), (Vicki), (indossatrice dell'abito nuziale)

Soggetto

In un campo estivo nel Maine, tra tanti bambini vivaci e allegri, due ragazzine risultano particolarmente esuberanti, Hallie e Annie. Hallie viene dalla California, dove vive con il padre che possiede molto terreno su cui coltiva vino; Annie invece viene da Londra, dove sta con la madre Elizabeth, affermata stilista di abiti da sposa. Di continuo Hallie e Annie si prendono di mira reciprocamente, finché le direttrici del campo, per punizione, le obbligano ad abitare insieme per il resto della vacanza nella temutissima 'cella di isolamento'. Qui le due ragazze cominciano a parlare e, dopo qualche tempo, risaltano davanti a loro alcune curiose coincidenze: hanno la stessa età, sono nate le stesso mese e giorno, Hallie non ha mai visto la madre, Annie non ha mai conosciuto il padre. Insomma capiscono di essere gemelle e che i loro genitori sono proprio quei due che, dopo la separazione, hanno messo l'oceano come linea di separazione tra loro. Decidono perciò immediatamente di mettere insieme un piano per farli tornare insieme. Il primo passo é quello di sostituirsi tra loro: Hallie va a Londra e finalmente conosce la madre, Annie va in California e incontra il padre. Nessuno dei due genitori si accorge dello scambio, anche se restano un po' sorpresi per certi atteggiamenti e modi di muoversi delle rispettive figlie. Nella tenuta di Napa Valley, Annie si trova di fronte l'ostacolo più difficile. Nick è fidanzato con Meredith Blake, giovane e bella, e intende sposarsi al più presto. Preoccupata, Annie chiama a Londra la sorellina Hallie che a sua volta rivela la propria identità e costringe la madre e il maggiordomo a partire alla volta di San Francisco. Qui, dopo undici anni, marito e moglie si incontrano di nuovo, ma la cosa non sembra avere un seguito. Solo dopo molti equivoci e altri stratagemmi inventati dalle due ragazzine, il 'pericolo' Meredith viene sventato,e Nick ed Elizabeth ritrovano la volontà e la convinzione per rimettere insieme il loro matrimonio e vivere con le due figlie accanto.

Valutazione Pastorale

L'ispirazione nasce da un precedente film della Walt Disney, prodotto nel 1961, "Il cow-boy con il velo da sposa", che fu un grande successo come film per ragazzi.La regista Nancy Meyer dice a questo proposito: " E' un film che ho amato fin da bambina e che ho rivisto con emozione da adulta, notando anche come quello che aveva incantato me incantava allo stesso modo le mie figlie". Questa nuova edizione si propone come un rifacimento intelligente e pieno di sensibilità, una tipica commedia brillante che diverte e allo stesso tempo lancia messaggi precisi: sulla leggerezza con cui certe volte si interrompono le unioni che invece hanno ancora validi motivi per andare avanti; sull'importanza della famiglia come luogo di arricchimento e di crescita; su quanto la presenza di entrambi i genitori conti nello sviluppo dei figli; sulla necessità di mantenere vivo il rispetto per i sentimenti e la sensibilità degli altri. Senza pedanterie nè pesantezze, il film, dal punto di vista pastorale, é da valutare come raccomandabile, segnalandolo come brillante spettacolo per tutti, e allo stesso tempo come opportunità per avviare riflessioni sugli argomenti che propone. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e da recuperare in numerose occasioni, come proposta per ragazzi e per famiglie. Veramente notevole la presenza dellapiccola Lindsay Lohan, che dà vita al doppio personaggio di Hallie e Annie.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film