HOLLYWOODLAND

Valutazione
Discutibile, crudezze
Tematica
Cinema nel cinema, Giallo - Triller
Genere
Drammatico
Regia
Allen Coulter
Durata
126'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Hollywoodland
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Musiche
Marcelo Zarvos
Montaggio
Michael Berenbaum

Orig.: Stati Uniti (2006) - Sogg. e scenegg.: Paul Bernbaum - Fotogr.(Panoramica/a colori): Jonathan Freeman - Mus.: Marcelo Zarvos - Montagg.: Michael Berenbaum - Dur.: 126' - Produz.: Glenn Williamson.

Interpreti e ruoli

Adrien Brody (Louis Simo), Ben Affleck (George Reeves), Diane Lane (Toni Mannix), Bob Hoskins (Eddie Mannix), Lois Smith (Helen Bessolo), Robin Tunney (Leonore Lemmon), Larry Cedar (Chester Sinclair), Jeffrey DeMunn (Art Weissman), Brad William Henke (Russ Taylor), Molly Parker (Laurie Simo), Caroline Dhavernas (Kit Holliday), Zach Mills . (Evan Simo)

Soggetto

16 giugno 1959. Nella sua casa a Hollywood Hills viene trovato morto per un colpo di arma da fuoco l'attore George Reeves, famoso come Superman nella omonima serie televisiva. Se tantissimi ammiratori, soprattutto bambini, sono scioccati dalla notizia, la mamma di Reeves, Helen, non si rassegna di fronte ai dubbi che il drammatico evento lascia irrisolti. Così quando il Dipartimento di polizia di Los Angeles archivia il caso come 'suicidio', la donna ingaggia per 50 dollari al giorno il detective privato Louis Simo. Questi scopre, dopo rischiose indagini, che Reeves aveva una relazione con Toni Mannix, moglie di Eddie Mannix, dirigente della MGM. Una situazione che avrebbe potuto innescare molte reazioni da parte non solo del marito ma di altri, a cominciare dalla fidanzata di Reeves, Leonore, aspirante attrice.

Valutazione Pastorale

I fatti sono autentici. Nato nel 1914 nello Iowa come George Keefer Brewer, pugile, musicista dilettante e infine attore teatrale, George Reeeves prende questo nome quando partecipa al suo primo film per il cinema, é "Via col vento" in cui ricopre il ruolo di Brent Tarleton. Rimasto senza lavoro nel dopoguerra, nel 1950 accetta di essere Clark Kent/Superman in un film di un'ora. L'anno dopo firma per la serie televisiva. E' l'inizio della celebrità: 104 puntate fino al 1956, un nuovo gruppo di 26 episodi nel 1957, l'ultimo episodio trasmesso nell'aprile 1958 mentre andavano in onda le repliche dei primi. Perché l'anno dopo George morì in modo violento? Suicidio o omicidio? La verità non è mai stata accertata, e quindi il copione non vuole schierarsi. Il ritratto di quella Hollywood fine anni '50 é incisivo e pertinente. Magari c'è un po' di maniera nella figura dell' "occhio privato" Simo, e qualche flash back é un po' troppo lungo. Ma si tratta di un periodo fortemente 'storicizzato', anche stereotipato e tuttavia credibile. Cinismo e perdita dei sentimenti gravano sulla vicenda, tra denuncia e presa d'atto di un inevitabile clima rigido, regolato dal denaro e dal potere. Il cinema parla di se stesso per fare dramma e spettacolo di certe proprie 'bassezze'. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come discutibile e segnato da crudezze. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, con attenzione per la presenza dei minori. Stessa cura é da tenere in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film