I MARCIAPIEDI DI NEW YORK

Valutazione
Discutibile, scabroso, dibattiti
Tematica
Famiglia, Matrimonio - coppia, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Edward Burns
Durata
107'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Sidewalks of New York
Distribuzione
Eagle Pictures
Musiche
Laura Ziffren
Montaggio
David Greenwald

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg. e scenegg.: Edward Burns - Fotogr.(Normale/a colori): Frank Prinzi - Mus.: Laura Ziffren - Montagg.: David Greenwald - Dur.: 107' - Produz.: Margot Bridger, Rick Yorn, Edward Burns, Cathy Schulman.

Interpreti e ruoli

Edward Burns (Tommy), Heather Graham (Annie), Stanley Tucci (Griffin), Rosario Dawson (Maria), David Krumholtz (Ben), Brittany Murphy (Ashley), Dennis Farina (Carpo), Michael Leydon Campbell (Gio/Harry), Nadia Dajani (hilary), Callie Thorne (Sue), Aida Turturro (Shari), Libby Langdon . (Molly)

Soggetto

Lungo i marciapiedi di New York un intervistatore televisivo senza volto raccoglie le impressioni sull'amore e sul sesso di alcuni casuali viandanti: tommy, u produttore televisivi cattolico, originario del Queens; Maria, una maestra elementare ispanica divorziata; Ashley, studentessa universitaria che lavora come cameriera; Benjamin, portiere d'albergo ebreo con aspirazioni da musicista rock; Annie, agente immobiliare; Griffin, dentista quarantenne. Per caso, le strade di questi personaggi finiscono per incontrarsi. Benjamin, nel tentativo di dimenticare la sua ex moglie Maria, comincia a flirtare con Ashley. La ragazza però ha una relazione con Griffin, sposato con Annie. Annie conosce Tommy. Questi però, consigliato da Carpo, un vecchio e laid o dongiovanni, ha una breve avventura con Maria. Tra dichiarazioni, confessioni e battibecchi sui meccanismi della coppia, le carte si rimescolano. Maria, scoperto di essere incinta di Tommy, decide di tenere il bambino e non dire nulla al padre. Ashley lascia Griffin per mettersi insieme a Benjamin. Anche Annie scarica Griffin ed inizia a frequentare Tommy. A Griffin non resta che rivolgersi ad una prostituta.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un film girato sullo sfondo dello skyline di New York prima dell' 11 settembre, che, utilizzando il finto taglio di una inchiesta televisiva, si preoccupa di indagare sulla vera natura dell'amore. La simulata dimensione documentaristica é la cornice che permette di contestualizzare storie verosimili e far emergere una serie di personaggi credibili, presi tra la folla newyorchese, tutti alla ricerca dell'amore. In questo modo, senza troppi giri di parole e in modo diretto, vengono affrontati argomenti scabrosi quali il legame tra sesso e amore, l'instabilità dei matrimoni e la questione della fedeltà nella coppia. E' necessario quindi sottolineare sia l'insistenza con cui è proposto un linguaggio volutamente crudo e sopra le righe sia il ricorso a dialoghi e atteggiamenti su tematiche sessuali che talvolta appare decisamente pretestuoso a fini commerciali. Tuttavia il film ha il pregio di non soffermarsi a raccontare con morbosità le situazioni scottanti e soprattutto di mostrare le conseguenze negative di azioni moralmente opinabili. Da evidenziare é quindi la presa di posizione contro il tradimento, contro l'aborto, contro la superficialità di certe relazioni e contro una società del benessere che perde di vista i valori veri. Facendosi dunque portavoce di una particolare realtà sociale, dove l'autenticità dei sentimenti sembra scomparsa ma invece esiste e va aiutata ad emergere con forza, il film si muove tra momenti eccessivi e molto eccepibili e altri propositivi, ossia che guardano al miglioramento. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come discutibile, sicuramente scabroso e adatto a dibattiti. UTILIZZAZIONE: va detto con chiarezza che il film non si presta ad una programmazione ordinaria. La collocazione più opportuna è quella in occasioni mirate, comunque con un pubblico maturo e preparato, per riflettere sulle dinamiche relazionali tra le coppie. Molta attenzione deve essere tenuta da parte delle famiglie e dei genitori per i minori in caso di passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film