I TUOI, I MIEI, I NOSTRI

Valutazione
Accettabile, semplicistico
Tematica
Cinema nel cinema, Famiglia - genitori figli
Genere
Commedia
Regia
Raja Gosnell
Durata
90'
Anno di uscita
2006
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Yours, Mine and Ours
Distribuzione
Sony Pictures Releasing Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Ron Burch, David Kidd ispirato al film "Appuntamento sotto il letto" di Melville Shavelson e tratto dal romanzo "Who gets the Drumsticks?" di Helen Eileen Beardsley
Musiche
Christophe Beck
Montaggio
Stephen A. Rotter, Bruce Green

Orig.: Stati Uniti (2005) - Sogg.: ispirato al film "Appuntamento sotto il letto" di Melville Shavelson (1968) e tratto dal romanzo "Who gets the Drumsticks?" di Helen Eileen Beardsley - Scenegg.: Ron Burch, David Kidd - Fotogr.(Scope/a colori): Theo Van De Sande - Mus.: Christophe Beck - Montagg.: Stephen A. Rotter, Bruce Green - Dur.: 90' - Produz.: Robert Simonds, Richard Suckle, Kim Zubick.

Interpreti e ruoli

Dennis Quaid (Frank Beardsley), Rene Russo (Helen North), Rip Torn (comandante Sherman), Linda Hunt (sig.ra Munion), Jerry O'Connell (Max), David Koechner (Darrell), Danielle Panabaker (Phoebe North), Drake Bell (Dylan North), Lil' Ji (Jimi North), Sean Faris (William Beardsley), Katija Pevec . (Christina Beardsley)

Soggetto

Dopo molti anni Frank, alto ufficiale della Marina Militare, ritrova Helen. Entrambi vedovi, riscoprono l'antico sentimento di quando erano giovani e decidono di sposarsi. Con loro ci sono gli otto figli di lui e i dieci (quattro naturali e sei adottati) di lei). Grande confusione in casa, nervosismo crescente, decisione di separarsi alla quale la tribù dei ragazzini si oppone e con uno stratagemma riesce ad interrompere. Tutti sono di nuovo insieme.

Valutazione Pastorale

Questo nuovo remake di "Appuntamento sotto il letto" (1968, di Melville Shavelson con Lucille Ball e Henry Fonda) non aggiunge alcunché di nuovo all'originale, di cui si soffre solo come una versione aggiornata al Duemila: nel gruppone ci sono bambini di ogni razza e colore, e c'é molto di sapore di spot a favore dell'adozione. Tra qualche banalità e facili stereotipi, la storia scorre comunque facile e senza intoppi, fino ad un prevedibile lieto fine. Buoni sentimenti un po' troppo sbandierati ma, dal punto di vista pastorale, il film può essere valutato come accettabile, anche se decisamente semplicistico. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e proposto come passatempo anche per bambini.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film