IL GURU

Valutazione
Inaccettabile, scabroso
Tematica
Danza, Movimenti e sette, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Daisy Von Scherler Mayer
Durata
94'
Anno di uscita
2003
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The guru
Distribuzione
United International Pictures
Musiche
David Carbonara
Montaggio
Bruce Green

Orig.: Stati Uniti (2002) - Sogg. e scenegg.: Tracey Jackson - Fotogr.(Normale/a colori): John de Borman - Mus.: David Carbonara - Montagg.: Bruce Green - Dur.: 94' - Produz.: Tim Bevan, Eric Fellner, Michael London.

Interpreti e ruoli

Heather Graham (Sharonna), Marisa Tomei (Lexi), Jimi Mistry (Ramu), Christine Baranski (Chantal), Michael McKean (Dwain), Rob Morrow (Josh), Malachy McCourt (padre Flannagan), Sanjeev Bhaskar (il cuoco), Emil Marwa (Vijay)

Soggetto

Attratto fin da piccolo dal mondo dello spettacolo americano, Ramu Gupta, giovane insegnate di danza indiano, arriva a New York, è accolto in uno squallido appartamento da alcuni amici che lo avevano preceduto e finisce per fare il cameriere in un ristorante gestito da un connazionale. Presentatosi ad un provino della Ramroad Productions, viene ingaggiato ma sul set si accorge di partecipare a film "per adulti". In preda alla timidezza e nonostanze la presenza della sua partner Sharonna, Ramu fallisce e si ritrova senza lavoro. Una sera si presenta non invitato a una festa di compleanno che il proprietario del ristorante ha organizzato per Lexi, una ragazza del jet set fanatica di terapie orientali. Quando il guru ospite d'onore crolla a terra ubriaco, Ramu ne prende il posto e, non sapendo cosa dire, ripete le frasi dettegli da Sharonna sul set su come è possibile migliorare le proprie prestazioni, usare il corpo e raggiungere il piacere. Ramu ottiene grande successo, Lexi lo prende come amante e consulente personale, altre persone (uomini e donne) lo richiedono. Avendo però bisogno di frasi e di descrizioni sempre nuove, Ramu chiede a Sharonna di istruirlo, senza dirle a cosa gli servono. A poco a poco tra i due nasce una simpatia che entrambi cercano di respingere, anche perchè Sharonna sta per sposarsi con Rusty. Lexi intanto affida Ramu ad un agente perchè lo imponga all'attenzione di tutti. Quando si esibisce in un teatro strapieno, arriva Sharonna che lo ascolta e capisce di essere stata presa in giro. Inutilmente Ramu la raggiunge per spiegarsi. Il giorno del matrimonio però Ramu non resiste. Entra in chiesa e interrompe la funzione. Dichiara a Sharonna di amarla e lei lo ricambia. Anche il promesso sposo è contento, perchè in realtà è gay e il suo prediletto è lì ad aspettarlo. Sharonna e Ramu, saliti in macchina, volano felici verso le nuvole.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia di basso livello che, pur costruita narrativamente sul consueto e sempre utile canovaccio degli equivoci, delle incomprensioni, delle sorprese, si dipana come un campionario di tutti i peggiori e meno esemplari aspetti della vita americana, e non solo. Sarà pur vero che si tratta di riderci sopra, ma i conti non tornano quando dentro la materia scelta per fare umorismo tutto viene appiattito sul livello zero della volgarità e della pesantezza espressiva; quando la risata dovrebbe scattare mettendo sullo stesso piano cinema porno, chiesa cattolica, problematiche spirituali, incontro tra culture, quando insomma si vorrebbe essere comici e si é invece solo insopportabilmente snobistici e privi di senso della misura. Stonato appare così anche il lieto fine, dolciastro, inutile, appiccicato. Un film scadente che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come inaccettabile, e nell'insieme scabroso. UTILIZZAZIONE: in programmazione ordinaria l'utilizzazione è da evitare. Non si vedono altre possibili forme di proposta. Attenzione è da tenere per i minori in occasione di passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film