IL POTERE DEI SOLDI

Valutazione
Consigliabile, Problematico
Tematica
Amicizia, Giovani, Lavoro, Potere
Genere
Drammatico
Regia
Robert Luketic
Durata
106'
Anno di uscita
2013
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Paranoia
Distribuzione
Moviemax
Soggetto e Sceneggiatura
Jason Hall, Barry L. Levy Joseph Finder dal proprio romanzo "Paranoia"
Musiche
Junkie XL
Montaggio
Dany Cooper

Orig.: Stati Uniti (2013) - Sogg.: Joseph Finder dal proprio romanzo "Paranoia" - Scenegg.: Jason Hall, Barry L. Levy - Fotogr.(Scope/a colori): David Tattersal - Mus.: Junkie XL - Montagg.: Dany Cooper - Dur.: 106' - Produz.: William D. Johnson, Scott Lambert, Alexandra Milchan, Deepak Nayar.

Interpreti e ruoli

Liam Hemsworth (Adam Cassidy), Gary Oldman (Nicholas Wyatt), Amber Heard . (Emma Jennings), Harrison Ford (Jock Goddard), Lucas Till (Kevin), Embeth Davidtz (Judith Bolton), Richard Dreyfuss (Frank Cassidy), Julian McMahon (Miles Meachum), Angela Sarafyan (Alison), Christine Marzano . (Nora Summers)

Soggetto

Jack Goddard e Nicholas Wyatt conducono tra loro una guerra spietata per la supremazia nel campo della tecnologia avanzata. Adam Cassidy, un giovane destinato a una luminosa cariera, entra nello staff di Nicholas e diventa la pedina di scambio tra un doppio gioco e l'altro. Lavora con uno ma ha il compito di rubare i segreti dell'avversario. Va in scena un azzardo sempre più rischioso che finisce con la riconosciuta colpevolezza dei contendenti. Intanto Adam ha imparato molte cose e ora può cominciare un'attività in proprio.

Valutazione Pastorale

Potrebbe trattarsi di un thriller finanziario, giocato però sulle sfumature del dopo crisi economica. I nuivi scenari americani in pratica sembrano i veri autori del copione, che mette da una parte due 'squali' della finanza e dall'altra un giovane all'inizio attratto da soldi e lusso, e poi via via più consapevole dell'importanza di scegliere percorsi giusti, basati su capaità e merito. Tutto procede nella direzione oppporuna, con la sconfitta dei cattivi e la vittoria di un giovane serio che fa ben sperare nel futuro. L'America di Obama ispira valori ecerca di farli arrivare allo spettatore. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e nell'insieme problematico per i temi comunque attuali che propone.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito anche come ritratto dell'America contemporanea tra realismo e favola.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film