LA STORIA DI AGNES BROWNE

Valutazione
Accettabile-riserve, semplicistico
Tematica
Donna, Famiglia - genitori figli, Lavoro, Solidarietà-Amore
Genere
Commedia
Regia
Anjelica Huston
Durata
91'
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Irlanda
Titolo Originale
Agnes Browne
Distribuzione
Istituto Luce
Soggetto e Sceneggiatura
John Goldsmith, Brendan O'Carroll tratto dal romanzo 'The Mammy' di Brendan O'Carroll
Musiche
Paddy Moloney
Montaggio
Eva Gardos

Orig.: Irlanda (1999) - Sogg.: tratto dal romanzo 'The Mammy' di Brendan O'Carroll - Scenegg.: John Goldsmith, Brendan O'Carroll - Fotogr.(Panoramica/a colori): Anthony B.Richmond - Mus.: Paddy Moloney - Montagg.: Eva Gardos - Dur.: 91' - Produz.: Jim Sheridan, Arthur Lappin, Anjelica Huston, Greg Smith.

Interpreti e ruoli

Anjelica Huston (Agnes Browne), Marion O'Dwyer (Marion Monks), Niall O'Shea (Mark Browne), Ciaran Owens (Frankie Browne), Roxanna Williams (Cathy Browne), Carl Power (Simon Browne), Mark Power (Dermot Browne), Gareth O'Connor (Rory Browne), James Lappin (Trevor Browne), Ray Winstone (Billy), Arno Chevrier (Pierre), Tom Jones (se stesso)

Soggetto

E' il 1967. In un quartiere vivace nel centro di Dublino vive la famiglia Browne. Il marito muore all'improvviso, lasciando la moglie Agnes sola con i suoi sette figli di età compresa tra i 2 e i 14 anni. Per pagare le spese del funerale, Agnes chiede soldi in prestito allo strozzino Billy, che approfitta proprio di vedove bisognose. Di fronte ad una situazione economica molto precaria, Agnes apre un banchetto di frutta e verdura al mercato, incerta su come gestirlo ma sostenuta dall'amica Marion, vicina di banco. Confortata dal suo carattere gioviale ed estroverso, Agnes riprende a ridere e scherzare, mentre si sforza di curare tutti i figli e sogna di assistere un giorno ad un concerto di Tom Jones. Mentre fa lezioni di guida, Marion si sente male e muore. Intanto uno dei figli di Agnes, Franck, si fa convincere a giocare, perde e prende soldi in prestito da Billy. Agnes, che ha accettato di uscire con Pierre, un fornaio francese, si trova nuovamente incastrata. Il sindacato le manda 25 sterline per saldare il vecchio debito. Ma pagare quello di Franck c'è bisogno di un altro avvenimento inaspettato: a casa di Agnes arriva Tom Jones in persona. La donna paga tutto, il figlio più grande picchia lo strozzino. E alla fine tutti vanno al concerto di Tom Jones.

Valutazione Pastorale

Alla base c'è un romanzo irlandese di grande succeso, "The mammy", che l'esordiente Brendan O'Carroll ha scritto, traendolo da una serie radiofonica ("Mrs Browne's boys")da lui stesso ideata e interpretata. Dice l'autore: "...mi rendo conto che ci sono Agnes Browne ovunque nel mondo, che assomigliano per molti versi al mio personaggio al di là del suo essere una donna d'Irlanda...". Certamente il ritratto proposto ha valenze ampie e generali: si osservano infatti le difficoltà quotidiane di una donna non più giovanissima che deve provvedere ai figli e,se può, anche a se stessa in un quadro sociale abbastanza povero e denso di ostacoli. Nell'accostarsi a questa vicenda, Anjelica Huston, americana con tracce irlandesi nel sangue (il padre John aveva diretto l'adattamento da "The dead" di James Joyce), ha voluto interpretare Agnes e insieme dirigerla. La decisione non é stata felice. Pur conservando i motivi d'interesse più palesi ed evidenti (la donna con tutti i suoi problemi, di famiglia, di rapporti, di sentimenti), il film stenta a decollare, ad acquistare forza e convinzione. Il ritmo resta blando, i quadri d'ambiente sono scenette di vita, c'è poco vigore, i toni sono spesso melensi e sdolcinati. Dal punto di vista pastorale lo svolgimento resta comunque positivo (con accenni alla solidarietà e ad una fede religiosa molto 'diretta'),anche se nell'insieme semplicistico, con riserve per qualche dialogo un po' fuori misura. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare per parlare di temi quali: donna, Irlanda, anni '60.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film