LE 13 ROSE

Valutazione
Consigliabile, Realistico
Tematica
Carcere, Donna, Giustizia, Politica-Società, Storia
Genere
Drammatico
Regia
Emilio Martinez-Lazaro
Durata
120'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Italia, Spagna
Titolo Originale
Las 13 rosas
Distribuzione
Bolero Film
Soggetto e Sceneggiatura
Barbara Di Girolamo, Ignacio Martinez De Pison Pedro Costa, Emilio Martinez Lazaro, Ignazio Martinez De Pison, Carlos Fonseca liberamente tratto dal romanzo "Trece rosas rojas" di Carlos Fonseca
Musiche
Roque Banos
Montaggio
Fernando Pardo

Orig.: Spagna/Italia (2007) - Sogg.: Pedro Costa, Emilio Martinez Lazaro, Ignazio Martinez De Pison, Carlos Fonseca liberamente tratto dal romanzo "Trece rosas rojas" di Carlos Fonseca - Scenegg.: Barbara Di Girolamo, Ignacio Martinez De Pison - Fotogr.(Scope/a colori): José Luis Alcaine - Mus.: Roque Banos - Montagg.: Fernando Pardo - Dur.: 120' - Produz.: Roberto Di Girolamo, Enrique Cerezo, Pedro Costa.

Interpreti e ruoli

Pilar Lopez de Ayala (Blanca), Gabriella Pession (Adelina), Veronica Sanchez (Julia), Marta Etura (Virtudes), Nadia De Santiago (Carmen), Teresa Hurtado De Ory (Victoria), Barbara Lennie (Dionisia), Alba Alonso (Ana), Celia Pastor (Martina), Silvia Mir (Carmen B.), Sara Martin (Pilar), Adriano Giannini (Fontenla), Enrico Lo Verso (Canepa), Felix Gomez . (Perico)

Soggetto

Madrid, all'indomani della fine della guerra civile. In un clima di sospetto e di ostilità, tredici ragazze (sette minorenni) attraverso situazioni e percorsi familiari differenti vengono in momenti successivi arrestate e rinchiuse in carcere. Per tutte l'accusa é di cospirazione, e di reati contro "l'ordine sociale giuridico della nuova Spagna". Dopo un rapido e inutile processo, vengono fucilate il 5 agosto 1939.

Valutazione Pastorale

Dopo l'occupazione di Madrid da parte dell'esercito franchista, la JSU (Gioventù Socialista Unificata) tentò di organizzarsi clandestinamente ma dopo l'arresto del suo responsabile molti militanti furono catturati. Tra i detenuti c'erano appunto le 13 rose, le ragazze dapprima condotte nel carcere femminile di Ventas e poi, come detto, fucilate. La premessa serve a definire i contorni. Se é vero che c'è un libro a ispirare il copione, i fatti però sono autentici e realmente accaduti. Giusto, giustissimo il recupero di un episodio sconosciuto in Italia e (a quanto pare) un po' rimosso in Spagna; dolore per il sacrificio di quelle giovani colpevoli in pratica di niente. Poco supporto per argomenti così difficili e importanti arriva dalla regia, che si mostra insufficiente a gestire il copione. Mai emerge autentica drammaticità, né lo strazio riesce a restare secco, asciutto, diretto. Anzi, il finale si dilunga oltre modo nell'attesa della fucilazione, facendo montare una commozione che si fa quasi inopportuno melodramma. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e nell'insieme realistico.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programamzione ordinaria, e in seguito come occasione di riflessione nel rapporto cinema/storia, con la possibilità di evidenziare il merito per la proposta dell'episodio e qualche difetto nella messa in scena.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film