MAGIC MIKE

Valutazione
Futile, scabrosità
Tematica
Avidità, Denaro, Famiglia - fratelli sorelle, Lavoro, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Steven Soderbergh
Durata
110'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
Keyfilms
Musiche
Frankie Pine
Montaggio
Mary Ann Bernard

Orig.: Stati Uniti (2012) - Sogg. e scenegg.: Reid Carolin - Fotogr.(Scope/a colori): Pete Andrews (Steven Soderbergh) - Mus.: Frankie Pine (supervisore) - Montagg.: Mary Ann Bernard (Steven Soderbergh) - Dur.: 110' - Produz.: Nick Wechsler, Gregory Jacobs, Channing Tatum, Reid Carolin.

Interpreti e ruoli

Channing Tatum (Magic Mike), Alex Pettifer (Adam), Matthew McConaughey (Dallas), Joe Manganiello (Richie), Cody Horn (Brooke), Olivia Munn (Joanna), Matty Bomer (Ken), Riley Keough (Nora), Kevin Nash (Tarzan), Adam Rodriguez (Tito), Gabriel Iglesias . (Tobias)

Soggetto

Nel giorno in cui sta lavorando come operaio ad aggiustare i tetti, Mike conosce il giovane Adam, in cerca di qualcosa da fare. Diventati amici, Mike invita Adam nel locale Xquisite, dove lui è il numero uno di uno spettacolo di spogliarelli al maschile. Lo presenta a Dallas, il proprietario che gestisce il locale e partecipa in prima persona agli spettacoli, controllando che tutto sia gradito al pubblico femminile, che si diverte e lascia molti soldi ai singoli ballerini. Ben presto Dallas intuisce le potenzialità di Adam, soprannominato The Kid, e lo lancia sul palcoscenico, dove ottiene grandi applausi. Brooke, sorella di Adam,è fortemente contraria e cerca invano di impedire questa 'carriera' del giovane, che però sembra ormai conquistato dalle attrattive del successo. Innamoratosi di Brooke, Mike si adopra molto per togliere Adam dai guai e poi promette alla ragazza che cambierà vita.

Valutazione Pastorale

Le note di produzione riferiscono che un giorno Tatum incontra Soderbergh, gli racconta di aver lavorato come spogliarellista per otto mesi tra i 18 e i 19 anni e di pensare da tempo di trarre una storia da quella esperienza. E Soderbergh: "Era una delle migliori idee per un film che mi fosse mai capitato di ascoltare". E' onestamente difficile definire 'migliore' un'idea che ruota intorno ad uno spettacolo di spogliarelli come motore di energia creativa, di fantasia, soprattutto come scelta di un futuro progetto di vita. Sul sesso come strumento per creare divertimento, euforia e incitamento a spendere, sui ricaschi negativi nell'equilibrio psicofisico delle persone (chi 'agisce' e anche chi 'assiste'), su uno scenario forse esagerato ma che indubbiamente riflette una larga fetta di società americana, il copione dice già tutto. Non resta che essere precisi sulla fatuità dello spettacolo, sulla deprimente insistenza con cui la m.d.p. insiste su particolari anatomici, su gestualità e volgarità senza risparmio, su uno sprazzo finale di romanticismo del tutto privo di coerenza. Soderbergh si conferma regista a corrente molto alternata, capace di messe in scene originali e di prodotti più corrivi privi di sguardo critico. Dal punto di vista pastorale, la pellicola è da valutare come futile ma il taglio esplicito di molte sequenze induce ad evidenziarne le molte scabrosità.

Utilizzazione

Va detto che evitare di programmare il film sarebbe la soluzione migliore. Un eventuale utilizzo è da pensare solo per un pubblico adulto, motivato e consapevole. Molta attenzione è da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV