MAX PAYNE

Valutazione
Discutibile, violenze
Tematica
Giallo - Triller, Nuove tecnologie, Violenza
Genere
Thriller
Regia
John Moore
Durata
100'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Beau Thorne basato sull'omonimo videogame ideato da Sam Lake
Musiche
Marco Beltrami, Buck Sanders
Montaggio
Dan Zimmerman

Orig.: Stati Uniti (2008) - Sogg.: basato sull'omonimo videogame ideato da Sam Lake - Scenegg.: Beau Thorne - Fotogr.(Scope/a colori): Jonathan Sela - Mus.: Marco Beltrami, Buck Sanders - Montagg.: Dan Zimmerman - Dur.: 100' - Produz.: Scott Faye, Julie Yorn.

Interpreti e ruoli

Mark Wahlberg (Max Payne), Mila Kunis (Mona Sax), Beau Bridges (BB Hensley), Chris "Ludacris" Bridges (Jim Bravura), Donal Logue (Alex Balder), Chris O'Donnell (Jason Colvin), Kate Burton (Nicole Horne), Amaury Nolasco (Jack Lupino), Olga Kurylenko . (Natascha)

Soggetto

Da quando alcuni criminali sotto l'effetto della nuova droga Valkyr hanno ucciso sua moglie e la figlia piccola, il poliziotto Max Payne ha solo l'obiettivo di trovare chi produce e fa circolare quella tremenda sostanza. Dapprima affronta la famiglia mafiosa che controlla il mercato del Valkyr. Poi, andando avanti, il cerchio si stringe intorno a BB Hensley, dirigente dell'azienda produttrice. Con lui si arriva allo scontro finale.

Valutazione Pastorale

Si parte dall'omonimo video game ideato da Sam Lake, e si arriva ad una versione cinematografica, pronta a tornare su computer e affini. La trasposizione su grande schermo però non é da buttare, procede a ritmi serrati dentro atmosfere doverosamente cupe e notturne, lancia denunce contro i mercanti di morte, tocca passaggi da thriller, prova sfumature caratteriali e riflessioni esistenziali. Senza mai voler diventare pretenziosa. Un buon film di genere che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come discutibile, per un eccessivo uso di violenze non sempre necessarie.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, con attenzione per un pubblico poco avvezzo ai toni da video game. Stessa cura é da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film