PARTITA CON LA MORTE – NIGHT GAME

Valutazione
Discutibile, Crudezze
Tematica
Genere
Giallo
Regia
Peter Masterson
Durata
93'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
NIGHT GAME
Distribuzione
Artisti Associati International
Soggetto e Sceneggiatura
Spencer Eastman, Anthony Palmer
Musiche
Pino Donaggio
Montaggio
Roberto Barrere

Sogg. e Scenegg.: Spencer Eastman, Anthony Palmer - Fotogr.: (normale/a colori) Fred Murphy - Mus.: Pino Donaggio - Montagg.: Roberto Barrere - Dur.: 93' - Prod. Epic Productions - Vietato ai minori degli anni quattordici

Interpreti e ruoli

Roy Scheider (Michael Scaver), Karen Young (Roxy), Lane Smith (Witty), Richard Dradford (Nelson), Paul Gleason (Broussard), Carlin Glynn (Alma), Anthony Palmer (Mendoza), Alex Morris (Gries), Matt Carlson (Diddee)

Soggetto

mentre a Galveston Beach si svolgono le entusiasmanti partite di baseball in cui la squadra locale degli Astros è condotta verso la vittoria nel campionato dall'idolo Sil Baretto, il maturo tenente di polizia Michael Seaver, appassionatissimo di baseball, e fidanzato con la giovane Roxy, svolge l'inchiesta sulle misteriose morti di tre ragazze, barbaramente sgozzate a distanza di pochi giorni l'una dall'altra nei pressi del luna park. Le vittime sono state uccise con un uncino, e ogni volta sul loro corpo è stato trovato un biglietto di rallegramenti o auguri, scritto a mano. Mentre Seaver si affanna invano per scoprire il misterioso criminale, sostenuto dalla fiducia del suo capo Ronny Nelson, il governatore, che pretenderebbe un rapido successo, manda sul posto un suo uomo di fiducia, Gries, dal contegno provocatorio. Nel frattempo Michael e Roxy fissano la data del matrimonio, ma poi lo sposo litiga con la futura suocera, Alma, che vorrebbe una cerimonia di lusso, e le nozze vengono rinviate. Successivamente vengono trovate uccise nel solito modo due giovani amiche, nel padiglione degli specchi del luna park, e pochi giorni dopo un'altra ragazza: ormai sono 6 le vittime del maniaco. Ma Seaver ha finalmente scoperto la traccia giusta e il nome del colpevole: è Floid Epps un ex giocatore di baseball, allontanato tempo prima dalla squadra per far posto al campione Baretto, e subito dopo vittima di un incidente, nel quale aveva perso una mano, poi sostituitagli con un uncino. Impazzito in conseguenza di tutto ciò, l'uomo uccideva le ragazze in occasione di ogni vittoria di Baretto, che riteneva responsabile delle proprie disgrazie. Mentre Seaver insegue il maniaco, questi attacca Roxy e la ucciderebbe, se il poliziotto non giungesse prontamente, salvando la fidanzata e provocando la morte del folle. Il matrimonio di Michael e Roxy viene celebrato, e, subito dopo la cerimonia, gli sposi si recano allo stadio, dove Baretto sta giocando con gli Astros, e il campione sospende il gioco per andare a congratularsi con loro.

Valutazione Pastorale

avviene raramente di assistere ad un giallo così poco avvincente: si tratta di un film banale e confezionato sciattamente, in cui dispiace di veder coinvolto un buon attore, come è Roy Scheider. Infatti né la trama, né la regia e neppure gli interpreti riescono a conferirgli il minimo interesse. La soluzione del mistero è insoddisfacente, perché la motivazione dei delitti è troppo cervellotica. Assolutamente ridicola è poi nel finale la trovata di far uscire il campione dal campo (mentre si svolge la partita), per congratularsi con gli sposi. Il risultato complessivo è quello di annoiare. Le crudezze degli omicidi e le volgarità del dialogo motivano la valutazione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV