PERCHÈ PROPRIO A ME?

Valutazione
Inconsistente, Grossolanità
Tematica
Genere
Farsesco
Regia
Gene Quintano
Durata
84'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
WHY ME?
Distribuzione
Chance Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Donald E. Westlake, Leonard Maas Jr. tratto dal libro di Donald E. Westlake
Musiche
Phill Marshall
Montaggio
Alan Balsam

Sogg.: tratto dal libro di Donald E. Westlake - Scenegg.: Donald E. Westlake, Leonard Maas Jr. - Fotogr.: (normale/a colori) Peter Deming - Mus.: Phill Marshall - Montagg.: Alan Balsam - Dur.: 84'- Produz.: Epic Productions

Interpreti e ruoli

Cristopher Lambert (Gus Cardinale), Christopher Lloyd (Bruno Daley), Kim Greist (June Daley), J. T. Walsh (Francis Mahoney), Michael J. Pollard (Ralph), Tony Plana (Benn Klopzik), John Hancock (Tiyy), Wandel Meldrum, Thomas Callaway

Soggetto

poiché un anonimo donatore ha regalato agli Stati Uniti uno splendido rubino (dotato, a quanto pare, di arcani poteri e salvato dal saccheggio dei tesori ottomani a Costantinopoli) il Governo americano pensa di restituirlo alla Turchia. Attorno al gioiello si scatenano: la CIA per salvaguardarne la destinazione ufficiale; agenti dei Servizi segreti turchi; fanatici armeni (capeggiati da una donna accanitissima), una banda di malavitosi ed un ispettore capo della Polizia di Los Angeles; un duo di scassinatori di casseforti, Gus Cardinale e Bruno Daley. Costoro con l'aiuto di June (la figlia di quest'ultimo) in un cofano nascosto dai turchi in una gioielleria trovano il rubino, da essi trafugato arditamente durante la sua presentazione ad un pubblico di esperti. La gemma di volta in volta, finisce nelle mani di questo e quello, a cominciare da Gus e compari che sulle prime l'avevano considerata un falso. Finisce che Gus dovrà rapinare l'ennesima banca quella dell'amica June dove la donna ha messo prudenzialmente in cassaforte il gioiello. Ma Gus è furbo ed abile e riuscirà ad incassare i due miliardi promessigli dagli agenti di Ankara, mentre il rubino finisce nelle mani dell'ispettore Mahoney, per la gloria e gli encomi da tributarsi a lui ed alla Polizia di Los Angeles.

Valutazione Pastorale

tratto da un libro di un notissimo autore di "gialli" (Donald Westlake), il film sconnesso nella sceneggiatura e sciatto quanto a dialetti, difetta di occasioni di schietto divertimento. Si va avanti a balzelloni profittando volta a volta dei fanatismi degli armeni, delle incursioni dei turchi sempre truci e inviperiti, della dabbenaggine di due agenti CIA e dell'arroganza di un ispettore della Polizia. I due scassinatori tentano di aggiungere ai loro trapani e arnesi vari ammiccamenti e battute buffonesche, ma l'esito è scarso e assai insulso. Poco convinto e piuttosto imbambolato Christopher Lambert (che fa Gus Cardinale); più in ruolo, se mai, Christopher Lloyd.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV