PERCY JACKSON E GLI DEI DELL’OLIMPO – IL MARE DEI MOSTRI

Valutazione
Consigliabile, Problematico
Tematica
Amicizia, Avventura, Film per ragazzi, Giovani
Genere
Fantastico
Regia
Thor Freudenthal
Durata
105'
Anno di uscita
2013
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Percy Jackson & the Olympians: Sea of Monsters
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Marc Guggenheim, Scott Alexander, Larry Karaszewski tratto dal romanzo omonimo di Rick Riordan, parte della saga letteraria "Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo" da lui stesso scritta
Musiche
Andrew Lockington
Montaggio
Mark Goldblatt

Orig.: Stati Uniti (2013) - Sogg.: tratto dal romanzo omonimo di Rick Riordan, parte della saga letteraria "Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo" da lui stesso scritta - Scenegg.: Marc Guggenheim, Scott Alexander, Larry Karaszewski - Fotogr.(Scope/a colori): Shelly Johnson - Mus.: Andrew Lockington - Montagg.: Mark Goldblatt - Dur.: 105' - Produz.: Michael Barnathan, Chris Columbus, Karen Rosenfelt.

Interpreti e ruoli

Logan Lerman (Percy Jackson), Brandon T. Jackson (Grover), Alexandra Daddario (Annabeth Chase), Jake Abel (Luke), Douglas Smith (Tyson), Stanley Tucci (Mr. D), Leven Rambin (Clarisse), Nathan Fillion (Hermes), Anthony Stewart Head (Chiron), Sean Bean (Zeus), Missi Pyle. (Gray Sister), Derek Mears (Cyclops), Robert Maillet (Polyphemus), Richard Yearwood (Ganymede), Zoe Aggeliki . (Silena)

Soggetto

Percy Jackson ha capito di essere un semidio, (figlio di Poseidone dio del mare) e non il fenomeno che sembrava. Scopre di avare un fratellastro molto particolare, Tyson, ma non ha tempo per riflettere su questo. I confini del Campo dei Mezzosangue stanno crollando e un'orda di mostri minaccia di distruggere il santuario dei figli degli dei. Per salvare il poroprio rifugio, Percy insieme a Tyson e alle amiche Annabeth e Clarisse parte per un viaggio nel mare dei Mostri per recuperare il Vello d'oro e salvare il Campo dei Mezzosangue...

Valutazione Pastorale

Siamo al secondo appuntamento tratto dalla saga letteraria scritta da Rick Riordan, dopo "Il ladro di fulmini", 2013, cfr scheda). Cambia il regista ma le coordinate di fondo restano immutate. Notevole tono affabulatorio, capacità plastica di muovere personaggi e situazioni della mitologia in spazi e tempi che finiscono per essere quasi atemporali. Ne deriva un fluire dinamico del racconto che appassiona e coinvolge, con l'abilità, non secondaria, di dare spazio a temi che diventano finestre su questioni coinvolgenti per i giovani di oggi. Il dissidio Bene/Male, le difficoltà della crescita, la fiducia da attribuire ai più grandi, l'incontro con la diversità segnano passaggi narrativi di non poco interesse. Prodotto accurato, scorrevole e ben riuscito che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile e nell'insieme problematico.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in molte successive occasioni come proposta spettacolare per ragazzi e famiglie.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film