PERFECT STRANGER

Valutazione
Discutibile, scabrosità
Tematica
Giallo - Triller, Nuove tecnologie
Genere
Thriller
Regia
James Foley
Durata
110'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Perfect Stranger
Distribuzione
Sony Pictures Releasing Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Todd Komarnicki Jon Bokenkamp
Musiche
Antonio Pinto
Montaggio
Christopher Tellefsen

Orig.: Stati Uniti (2007) - Sogg.: Jon Bokenkamp - Scenegg.: Todd Komarnicki - Fotogr.(Scope/a colori): Anastas Michos - Mus.: Antonio Pinto - Montagg.: Christopher Tellefsen - Dur.: 110' - Produz.: Elaine Goldsmith Thomas.

Interpreti e ruoli

Halle Berry (Rowena Price), Giovanni Ribisi (Miles Haley), Bruce Willis (Harrison Hill), Gary Dourdan (Cameron)

Soggetto

La giornalista Rowena Price scopre che l'omicidio della sua amica Grace potrebbe essere legato a Harrison Hill, potente dirigente pubblicitario. Per smascherarlo, si fa assumere nella sua agenzia come la stagista Katherine, mentre, tramite l'amico Miles, riesce anche a pedinarlo on line, facendosi chiamare Veronica. Il piano, sia pure tra mille pericoli, va a buon fine, perchè Harrison viene arrestato. Ma in realtà il colpevole non è lui. C'è di mezzo un episodio dell'infanzia delle due amiche, e desiderio di vendetta che Rowena covava da anni.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un thriller concepito secondo le più classiche regole del cinema di genere. Un prodotto certamente commerciale, ma impeccabile nel suo essere facilmente 'seguibile', in quanto incentrato su fatti e azioni, e non su impossibili elucubrazioni o nascoste sfumature simboliche. Nel prendere varie identità, Rowena diventa la 'perfetta sconosciuta' del titolo, e qualcosa ancora ci sarà da scoprire. Il thriller del terzo millennio ormai non può fare a meno di internet, che in pratica è il terzo protagonista, non dichiarato ma sempre presente. Vita virtuale e vita vera si confondono: niente di nuovo magari, ma ritmi ben sostenuti soprattutto da Halle Berry, aderente e credibile nel ruolo di Rowena. Ci sono, è ovvio, alcuni passaggi un po' sopra le righe, e per questo il film, pur come si diceva di genere, può essere valutato, dal punto di vista pastorale, come discutibile e con alcune scabrosità. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria nell'ottica sopraindicata di prodotto commerciale e di rapida fruizione. Attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film