PETS – VITA DA ANIMALI

Valutazione
Consigliabile, Semplice, famiglie
Tematica
Animali, Film per ragazzi
Genere
Film d'animazione
Regia
Chris Renaud (coregia:Yarrow Cheney)
Durata
90'
Anno di uscita
2016
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Secret Life of Pets
Distribuzione
Universal Pictures International Italia
Musiche
Alexandre Desplat
Montaggio
Ken Schretzmann

Orig.: Stati Uniti (2016) - Sogg. e scenegg.: Brian Lynch, Cinco Paul, Ken Daurio - Mus.: Alexandre Desplat - Montagg.: Ken Schretzmann - Dur.: 90' - Produz.: Chris Meledandri per Illumination Entertainment.

Interpreti e ruoli

Max (voce italiana: Alessandro Cattelan), Duke (v.i.: Pasquale Petrolo/Lillo), Nervosetto (v.i.: Francesco Mandelli), Gidget e gli altri protagonisti della storia d'animazione. (v.i.: Laura Chiatti)

Soggetto

Max, un terrier grazioso e socievole, vive in casa con la sua padroncina Katie. Insieme stanno benissimo, il problema arriva quando lei esce per andare a lavorare. Fino a sera Max resta dietro la porta ad aspettare il suo ritorno. Ma siamo sicuri che questi animali stiano tutto il giorno in attesa del rientro? E se un giorno Katie torna a casa portando Duke un paffuto cagnone peloso, cosa può succedere?...

Valutazione Pastorale

Le premesse erano incoraggianti e lasciavano prevedere uno svolgimento di grande dinamicità. Gli 'umani' escono, 'loro' rimangono soli e tutto sembra pronto per avventure a briglia sciolta. Ecco allora Max e Duke mettersi alla testa di un eterogeneo gruppo di animali, pronti a partire alla scoperta di nuovi partner con cui condividere inedite scoperte. Purtroppo ben presto questo caleidoscopico guazzabuglio si avvolge su se stesso, le trovate languono e le sorprese volgono un po' in affanno. La conclusione delle schermaglie arriva repentina quando ogni esemplare fa ritorno alla rispettiva abitazione soprattutto ansioso di riabbracciare il proprio padrone 'di riferimento'. In mezzo, in un racconto che resta brioso ma poco effervescente, si collocano dinamiche promettenti ma non sempre mantenute. Per dire che il tono è sempre alto ma privo di reale afflato. Manca quello spirito che rende il copione palpitante, mancano al racconto un'anima e una emozione improvvise. Nella produzione di Meledandri e nella regia di Chris Renaud c'è qualche vuoto narrativo da coprire. Fermo restando il piacevole correre dei tanti animali attraverso i mille grattacieli e le mille luci di New York, con il supporto di battute dall'umorismo imprevisto e inedito. Film a corrente alternata dunque, che dal punto di vista pastorale é da valutare come consigliabile, semplice e da prevedere per famiglie.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in molto successive occasioni, come occasione di svago e passatempo per piccoli e famiglie.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film