PRIME

Valutazione
Discutibile, volgarità
Tematica
Famiglia - genitori figli, Psicologia, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Ben Younger
Durata
105'
Anno di uscita
2006
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Prime
Distribuzione
Eagle Pictures
Musiche
Ryan Shore
Montaggio
Kristina Boden

Orig.: Stati Uniti (2005) - Sogg. e scenegg.: Ben Younger - Fotogr.(Panoramica/a colori): William Rexer - Mus.: Ryan Shore - Montagg.: Kristina Boden - Dur.: 105' - Produz.: Jennifer Todd, Susan Todd.

Interpreti e ruoli

Uma Thurman (Rafi Gardet), Meryl Streep (Liza Metzger), Bryan Greenberg (David Bloomberg), Jon Abrahams (Morris), Zak Orth (Randall), Annie Parisse (Katherine), Aubrey Dollar (Michelle), Naomi Aborn (Dinah Bloomberg), John Rothman (Jack Bloomberg), Doris Belack (Blanch), Adriana Blasi.

Soggetto

Da poco divorziata, la 37enne Rafi sfoga delusioni e incertezze alla sua analista, la matura dottoressa Lisa. Da lei torna qualche tempo dopo per dirle di aver conosciuto David, di cui si è subito innamorata. David però ha solo 23 anni, e Rafi non sa come affrontare la situazione. Le cose si complicano qundo viene fuori che David é il figlio di Lisa. Seguono imbarazzi a non finire. Un anno dopo, quando i due si sono lasciati, si rivedono attraverso il vetro di un ristorante. Ma non succede niente.

Valutazione Pastorale

Il tema della differenza di età nei rapporti di coppia é più che mai attuale, ed è opportuno osservarlo anche dalla parte di'lei', ossia quando è lei ad essere più 'anziana' (più grande). Sullo sfondo di atmosfere da alta borghesia newyorchese colta e illuminata, il copione, dopo alcune buone premesse, comincia a sbandare. Funziona il tratteggio di una storia d'amore quasi impossibile tra sentimenti, incomprensioni, ostacoli, meno azzeccati sono invece gli scivolamenti nel grottesco e in dialoghi troppo scoperti, quell'insieme di finto perbenismo e fasulla provocazione che esteriorizza il bello di una storia d'amore. La commedia resta brillante ma procede a corrente molto alternata, e il film, dal punto di vista pastorale, é da valutare come discutibile, e segnata da non poche volgarità. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria con attenzione per la presenza dei minori. Stessa cura é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film