SENTI CHI PARLA ADESSO!

Valutazione
Accettabile, Semplicistico
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Tom Ropelewski
Durata
97'
Anno di uscita
1993
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
LOOK WHO’S TALKING NOW!
Distribuzione
Columbia Tristar film Italia

Sogg. e Scenegg. : Tom Ropelewski,Leslie Dixon - Fotogr.: (normale/a colori) Oliver Stapleton - Mus.:William Ross - Mont.: Michael A. Stevenson, Harry Hitner - Dur.: 97' - Prod.: Jonathan D. Krane

Interpreti e ruoli

John Travolta (James Ubriacco), Kirstie Alley (Mollie Ubriacco), Olympia Dukakis (Rosie), Lysette Anthony (Samantha O'Bonne), David Gallagher (Mikey Ubriacco), Tabitha Lupien (Julie Ubriacco), George Segal (Albert), Charles Barkley, John Stocker, Elizabeth Leslie, Campbell Lane

Soggetto

la famiglia Ubriacco si prepara al Natale, ma, mentre James ha ottenuto un ottimo lavoro come pilota dell'aereo privato di Samantha O' Bonne, affascinante presidente di una ditta internazionale di cosmetici, Mollie, sua moglie, è stata licenziata, e deve accettare di fare l'aiutante di un Babbo Natale, che riceve i bambini in un grande magazzino.Mikey, il figlio maggiore della coppia, desidera da tempo un cane, ma sua madre si oppone, finché James lo accontenta, andando a sceglierne uno insieme a lui al canile, dove viene così salvata la vita ad un simpatico bastardo , che era sul punto di venire ucciso. Il cane viene chiamato Scag, e fatica un po' ad abituarsi a vivere in casa. Quasi contemporaneamente Samantha O' Bonne affida ai bambini Ubriacco la sua barboncina bianca, Dalila, di razza purissima, e dotata di un raffinato corredo. Mollie, che non voleva un cane, ora ne ha due, e sa di non poter rifiutare la richiesta di Samantha, per non offenderla. I due cani, da principio ostili fra loro, fanno presto amicizia, specie dopo una notte in cui Scag di nascosto ha portato Dalila a fare un'allegra scorribanda fuori casa. Ben presto Mollie diventa gelosa di Samantha, che vede troppo interessata a suo marito. Egli è innocente, ma la presidente, col pretesto di una riunione di lavoro, riesce a portarlo lontano dalla famiglia la vigilia di Natale, mentre Mikey, la sua sorellina Julie, Mollie e perfino la suocera Rosie, aspettano di trascorrere insieme a James la festa imminente. Imbrogliato da Samantha, l'uomo si trova così nello chalet, che la donna possiede in montagna, dove ha isolato il telefono e tenta di sedurlo. Ma James le resiste, anche a costo d'essere licenziato, poi la lascia e cerca di raggiungere la famiglia. Mollie, intanto, è partita con figli e cani per recarsi nello chalet, del quale è riuscita ad avere l'indirizzo dalla segretaria di Samantha, ma l'automobile va fuori strada nei boschi, a causa della neve: però tutti sono salvi. Intanto si avvicina un lupo, contro il quale combatte coraggiosamente Scag, che resta ferito, ma lo mette in fuga. Mentre un ranger offre ospitalità a Mollie e ai figli, i due cani vanno a cercare il padrone, che è stato assalito dai lupi. Anche contro questi Scag si batte e li vince, mentre James si riunisce alla famiglia. Infine il ranger fa ascoltare ai bambini alla radio la voce di Babbo Natale, sulla cui esistenza non hanno ormai più dubbi. Mollie decide di tenere tutti e due i cani: sarà un felice Natale.

Valutazione Pastorale

il film di Tom Ropelewski ha buone intenzioni, perché appartiene al filone, che cerca di recuperare la famiglia, ma è noioso, semplicistico, e assai carente nella sceneggiatura. Inoltre le due vittorie del cane bastardino contro i lupi sono troppo incredibili. Nell'insieme si presenta come un lavoro patinato e superficiale, privo di radici religiose. La recitazione di John Travolta (James) è assai scadente e quella di Kristie Alley (Mollie) è mediocre.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film