THE ROCKER – IL BATTERISTA NUDO

Valutazione
Inconsistente, insulso
Tematica
Famiglia - genitori figli, Musica
Genere
Commedia
Regia
Peter Cattaneo
Durata
112'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Rocker
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Maya Forbes, Wallace Wolodarsky Ryan Jaffe
Musiche
Chad Fischer
Montaggio
Brad E. Wilhite

Orig.: Stati Uniti (2008) - Sogg.: Ryan Jaffe - Scenegg.: Maya Forbes, Wallace Wolodarsky - Fotogr.(Normale/a colori): Anthony B. Richmond - Mus.: Chad Fischer - Montagg.: Brad E. Wilhite - Dur.: 112' - Produz.: Shawn Levy, Tom McNulty.

Interpreti e ruoli

Rainn Wilson (Robert 'Fish' Fishman), Teddy Geiger (Curtis), Josh Gad (Matt Gadman), Christina Applegate (Kim), Emma Stone (Amelia), Jane Lynch (Lisa), Jeff Garlin (Stan), Jason Sudeikis (David Marshall), Will Arnett (Lex), Jane Krakowski (Carol)

Soggetto

Negli anni '80 Robert 'Fish' Fishman era il batterista del gruppo dei Vesuvius. Quando è arrivato il successo, i suoi amici lo hanno scaricato, e Fish é scomparso. Venti anni dopo incontra Matt, il nipote adolescente in cerca di un batterista per la band che si esibisce nelle feste scolastiche. Fish si fa avanti, viene accolto dagli altri tre, sente che per lui è arrivata la seconda occasione. Tanta fatica, tanti ostacoli da superare ma anche per questa nuova formazione sembra arrivare il successo. Soprattutto in concomitanza con la rivincita che Fish si può prendere nei confronti dei suoi vecchi compagni 'traditori'.

Valutazione Pastorale

Pur condita con elementi che rimandano a passaggi significativi di musica e di espressioni musicali degli ultimi anni, pur incentrata sui consueti conflitti generazionali e tra genitori e figli, la storiella risulta oltremodo faticosa e pochissimo interessante. La regia di Cattaneo, reduce da "Full Monty", é oltremodo pesante, adagiata su situazioni e gestualità di insopportabile melensaggine. Si ripetono all'infinito risatine, urletti, gracchianti toni di esultanza, insieme a passaggi che sono occasioni per scadere nel volgare (le sequenze su You Tube), e, soprattutto, ad un clima in cui tutto è già scritto e prevedibile (i genitori alla fine contenti ed esultanti). Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come inconsistente, e nell'insieme veramente insulso.

Utilizzazione

Pur possibile, l'utilizzazione in programmazione ordinaria non é da consigliare. Molta attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV