TI STRAMO – Ho voglia di un’ultima notte da manuale prima di tre baci sopra il cielo

Valutazione
Inconsistente, banalità
Tematica
Amicizia, Cinema nel cinema, Il comico
Genere
Parodistico
Regia
Pino Insegno
Durata
89'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Mikado Film
Soggetto e Sceneggiatura
Francesca Draghetti Claudio Insegno
Musiche
Guido e Maurizio De Angelis
Montaggio
Gianfranco Amicucci

Orig.: Italia (2008) - Sogg.: Claudio Insegno - Scenegg.: Francesca Draghetti - Fotogr.(Panoramica/a colori): Massimiliano Trevis - Mus.: Guido e Maurizio De Angelis - Montagg.: Gianfranco Amicucci - Dur.: 89' - Produz.: Alessandro Usai, Guidi De Angelis.

Interpreti e ruoli

Marco Rulli (Stram), Pino Insegno (Extramarcio), Carlotta Tesconi (Bambi), Stefano Pinto (Tacchino), Emanuela Aurizi (Robertina), Ughetta D'Onorascienzo (Didi), Aurora Cassio (Fabiana), Noemi Angeloni (Sandra), Matteo Ripaldi (Alberto), Alessandro Bardani (Stefano), Corinne Clery (la nonna), Daniele Formica, Roberto Ciufoli, Giampiero Ingrassia, Luca Lionello, Patrizia Pellegrino, Franco Nero

Soggetto

A Roma il giovane Stramo si innamora della coetanea Bambi. Intorno a loro, ci sono i numerosi amici, i genitori, la scuola, le feste, la città...

Valutazione Pastorale

Nel titolo sono indicati gli obiettivi dell'operazione: parodiare i recenti, eclatanti successi editoriali/cinematografici del filone 'giovanilista' italiano. Obiettivi nettamente mancati: il copione annega in annaspanti tentativi di mettere in burla un genere che già di per se era (è) finzione e tuttavia ha creato qualche verità, sia pure superficiale. I personaggi non escono dal ruolo di macchiette prive di personalità, si ride poco e la presa in giro non aiuta a capire il perché di quei successi. Accanto a presenze veramente incongrue (Franco Nero, Ingrassia, Formica), la buona disponibilità di alcuni attori giovani (i due protagonisti) resta l'unico elemento da ricordare. Per il resto, dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inconsistente, e segnato da banalità.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo conto di quanto detto circa i suoi limiti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film