TRAPPOLA SULLE MONTAGNE ROCCIOSE

Valutazione
Inaccettabile, Violento
Tematica
Genere
Avventuroso
Regia
Geoff Murphy
Durata
101'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
UNDER SIEGE 2
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Richard Hatem, Matt Reeves
Musiche
Basil Poledouris
Montaggio
Michael Tronick

Sogg. e Scenegg.: Richard Hatem, Matt Reeves - Fotogr.: (panoramica/a colori) Robbie Greenberg - Mus.: Basil Poledouris - Montagg.: Michael Tronick - Dur.: 101' - Produz.: Steven Seagal, Arnon Milchan, Steve Perry

Interpreti e ruoli

Steven Seagal (Casey Ryback), Eric Bogosian (Travis Dane), Katherine Heigl (Sarah Ryback), Morris Chestnut (Bobby Zachs), Everett Mc Gill (Penn), Nick Mancuso, Andy Romano, Dave Gianapoulos, Brenda Bakke

Soggetto

il satellite meteorologico "Grazer One", messo in orbita dalla NASA, viene "scippato" dalla CIA, che ne ha fatto un'arma segreta dai terrificanti poteri. Il progettista, Travis Dane, dato per morto, è stato a suo tempo licenziato, e per vendicarsi organizza con un commando lo spettacolare sequestro del Grand Continental, un lussuoso treno che percorre le Montagne Rocciose. Uccisi i macchinisti e relegati i viaggiatori nella carrozza di coda, Dane attrezza un vagone con una ricetrasmittente in grado di guidare le potenti armi laser del satellite su qualsiasi obiettivo aereo e terrestre. Dopo aver raso al suolo una fabbrica cinese di armi chimiche a scopo dimostrativo, minaccia di far saltare il Pentagono se non riceverà un miliardo di dollari. Grave ostacolo per il terrorista è la presenza sul treno di Casey Ryback, un cuoco ex marine che sta accompagnando la nipote Sarah al funerale del fratello morto. Unico alleato di Casey è un controllore di colore, Bobby Zachs, che dopo un inizio goffo acquista man mano dimestichezza con la violenza e le armi dove tutti i mezzi sono validi per far strage tra i terroristi. Nei convulsi scontri Casey, dapprima ferito di striscio e creduto morto, finisce addirittura giù dal treno e rischia di finire in un burrone, ma riesce a risalire sul convoglio, inseguendolo con un furgone. Invano il Pentagono, avvisato da Casey con un fax, vista l'impossibilità di individuare il satellite, mimetizzato da Dane, manda due aerei a bombardare il treno: Travis li individua e li distrugge. Poi, Casey riesce a staccare il vagone con gli ostaggi prima del prossimo scontro con un altro treno mentre Bobby sequestra l'elicottero dei terroristi. Successivamente, Casey sabota il computer di Dane, mentre Penn, spietato collaboratore di Travis, usa Sarah per attirare Ryback in uno scontro finale in cui ha la peggio. Un attimo dopo i treni si scontrano, ma un elicottero salva Casey e Sarah, mentre Dane muore.

Valutazione Pastorale

il regista ricalca pedissequamente le orme già altre volte percorse nei film del genere, cui solo alcuni hanno conferito una dignità formale che non solo rifletteva la bravura degli attori, l'efficacia dei dialoghi, ma dove l'uso spesso sarcastico dell'ironia conferiva al tutto un aspetto piacevolmente guascone che contribuiva non poco al divertimento del pubblico. Dominano una serie di scene rocambolesche con un nugolo di stunt-man, sparatorie che grandinano in ogni angolo con un innumerevole stuolo di morti ammazzati, ma non si scorge né un barlume di recitazione degna di questo nome né di un dialogo che non sfiori la banalità o il ridicolo. Qui Steven Seagal l'unica ironia che suscita è il fatto che riesce a mantenere sempre la stessa ebete espressione nonostante i feroci scontri cui si abbandona con encomiabile applicazione. Si evidenzia la violenza che qui si manifesta in modo disgustoso.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film