UN FILM PARLATO

Valutazione
Problematico, Raccomandabile, dibattiti
Tematica
Famiglia - genitori figli, Politica-Società, Rapporto tra culture, Storia, Terrorismo
Genere
Drammatico
Regia
Manoel De Oliveira
Durata
96'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Francia, Italia, Portogallo
Titolo Originale
Um filme falado
Distribuzione
Mikado Film
Musiche
brani di autori vari
Montaggio
Valerie Loiseleux

Orig.: Portogallo/Francia /Italia (2003) - Sogg. e scenegg.: Manoel de Oliveira - Fotogr.(Panoramica/a colori): Emmanuel Machuel - Mus.: brani di autori vari - Montagg.: Valerie Loiseleux - Dur.: 96' - Produz.: Paulo Branco.

Interpreti e ruoli

Leonor Silveira (Rosa Maria), John Malkovich (John Walesa), Catherine Deneuve (Delfina), Stefania Sandrelli (Francesca), Irene Papas (Helena), Filipa De Almeida . (Maria Joana)

Soggetto

Da Lisbona Rosa Maria, docente universitaria di storia, si imbarca insieme alla figlia adolescente Maria Joana per una crociera con destinazione Bombay, dove l'attende il marito Pedro, pilota di linea. La donna ha scelto il viaggio in nave per condurre la figlia attraverso una serie di tappe culturalmente e storicamente significative. Da Pompei al Cairo, da Atene ad Istambul, é l'occasione per un incontro con la civiltà mediterranea, con quell'eredità che più ha marcato la società occidentale. Durante la crociera, Rosa Maria conosce John, il capitano della nave e, tramite lui, tre donne di forte personalità: Delfina, francese, imprenditrice di successo; Francesca, italiana, ex modella; Helena, greca, attrice e cantante. Ad un certo punto arriva la notizia che a bordo della nave c'é una bomba. Il capitano fa rapidamente sgombrare i passeggeri. Ma quando tutti sono in salvo nelle scialuppe, la piccola Maria Joana torna indietro per recuperare una bambola. La mamma subito la rincorre. Quando entrambe sono di nuovo a bordo, la bomba esplode.

Valutazione Pastorale

Per i pochi che non lo sapessero, Manoel de Oliveira è allo stesso tempo il più vecchio e il più giovane dei registi europei. Il primo dato lo dice il calendario (é nato nel 1908 e i suoi primi lavori si collocano quando c'è ancora il 'muto'); il secondo lo confermano i titoli che con invidiabile regolarità continua a far uscire ogni anno e che non finiscono di stupire per la loro fresca limpidezza e profondità. In tempi in cui il dibattito sull'identità assilla popoli e governi, e di fronte all'ineluttabilità di una società multietnica e 'meticciata', al portoghese basta poco per riassumere la situazione. Un'idea semplice ma dove dentro c'é tutto: una crociera, le civiltà mediterranee, il nascere delle città, delle leggi, della convivenza; il lievito di una spiritualità proposta come amore; i segni lasciati come memoria e testimonianza per il futuro. Una madre che spiega alla figlia piccola, facendosi veicolo di trasmissione di conoscenza; incontri, nei vari luoghi, con esponenti religiosi all'insegna della volontà di arricchirsi reciprocamente. Tre donne a bordo: la babele delle lingue che non impedisce la piacevolezza del dialogo. E poi, all'improvviso, l'attentato, la bomba, la morte al posto della vita. Il fanatismo percorre le vie dell'Europa e del mondo per distruggere e cancellare la civiltà. Nella finale espressione incredula e atterrita di John Malkovich c'è un campanello d'allarme lanciato con lucidità da de Oliveira. Apologo amaro e vibrante, il film lancia un grido di dolore contro tutti gli integralismi e insieme fa ricordare i motivi per i quali bisogna lavorare per far prevalere la pace e la convivenza tra i popoli. Arrivando da un quasi centenario, che ha vissuto anche le tristi dittature europee del secolo scorso, il richiamo é incisivo e commovente. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come raccomandabile, senz'altro problematico e adatto a dibattiti. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, e da proporre in molte occasioni come affresco europeo-mediterraneo e nell'ambito, anche scolastico, di riflessioni sul terreno del rapporto tra culture.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film