300 – L’ALBA DI UN IMPERO

Valutazione
Complesso, violento
Tematica
Fumetti- Graphic novel, Guerra, Morte, Storia, Violenza
Genere
Azione
Regia
Noam Murro
Durata
102'
Anno di uscita
2014
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
300: Rise of an Empire
Distribuzione
Warner Bros Pictures Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Zack Snyder, Kurt Johnstad Frank Miller dalla propria graphic novel "Xerxes"
Musiche
Junkie XL
Montaggio
Wyatt Smith, David Brenner

Orig.: Stati Uniti (2014) - Sogg.: Frank Miller dalla propria graphic novel "Xerxes" - Scenegg.: Zack Snyder, Kurt Johnstad - Fotogr.(Scope/a colori): Simon Duggan - Mus.: Junkie XL - Montagg.: Wyatt Smith, David Brenner - Dur.: 102' - Produz.: Gianni Nunnari, Mark Canton, Zack Snyder, Deborah Snyder, Bernie Goldmann.

Interpreti e ruoli

Sullivan Stapleton (Temistocle), Eva Green (Artemisia), Lena Headey (Gorgo), David Wenhan ( regina di Sparta), Hans Matheson (Dilios), Rodrigo Santoro (Aesyklos), Jack O'Connell . (Serse), Callan Mulyey (Calisto), Andrew Tiernan (Scyllias), Yigal Naor (Efialte), Yigal Naor (re Dario)

Soggetto

Dopo aver sconfitto Leonida, l'esercito persinao al comando di Serse marcia alla volta di Atene, famosa per la flotta guidata dal generale Temistocle. Succede allora che Temistocle si allea con Sparta, mentre Serse, re dei persiani, stringe accoirdo con Artemisia, comandante della marina persiana...

Valutazione Pastorale

Sette anni dopo "300" arriva questo sequel, che cerca in ogni modo di allungare il brodo storico di personaggi e avvenimenti, ma non esce dal pantano di esagitati artifici digitali. Unico protagonista è a dire il vero il 'ralenti', tra estremimsi estetici, preziosismi cromatici, violenza fisica a non finire nei duelli e nei corpo a corpo. Se però il sangue che sgorga a fiotti e i pugnali conficcati non suscityano paura nè ribrezzo nè disgusto significa che il tono realistico resta molto basso e che si viaggia più sul livello di un melodramma da fotoromanzo. di un sapore di artificio e cartone: come ai vecchi tempi dl peplum italiano. E proprio come allora, ecco spuntare la donna che spiazza tutti, figura insieme devastante e catartica. Così può avere luogo anche una love story tra teste mozzate, pseudovendette, scene da videogioco. Un bel guazzabuglio espressivo per u n film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come complesso e nell'insieme violento.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria come spettacolo in certi passaggi un po'eccessivo ma scoperto efine a se stesso. Attenzione è comuqnue da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd de di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film