7 PSICOPATICI

Valutazione
Complesso, violento
Tematica
Cinema nel cinema, Gangster, Letteratura, Psicologia, Violenza
Genere
Drammatico
Regia
Martin McDonagh
Durata
110'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Gran Bretagna, Stati Uniti
Titolo Originale
Seven Psychopaths
Distribuzione
Moviemax
Soggetto e Sceneggiatura
David Wasco. Martin McDonagh Martin McDonagh
Musiche
Carter Burwell
Montaggio
Lisa Gunning

Orig.: Stati Uniti/Gran Bretagna (2012) - Sogg.: Martin McDonagh - Scenegg.: David Wasco. Martin McDonagh - Fotogr.(Scope/a colori): Ben Davis - Mus.: Carter Burwell - Montagg.: Lisa Gunning - Dur.: 110' - Produz.: Graham Broadbent, Pete Czernin, Martin McDonagh - VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI.

Interpreti e ruoli

Colin Farrell (Marty), Sam Rockwell (Billy), Woody Harrelson (Charlie), Christopher Walken (Hans), Olga Kurylenko . (Angela), Abbie Cornish (Kaya), Tom Waits (Zachariah), Michael Pitt (Larry), Gabourey Sidibe (Sharice), Amanda Warren (Maggie), Harry Dean Stanton (uomo con il cappello)

Soggetto

Lo sceneggiatore Marty ha ideato un copione chiamato "7 psicopatici", ma non sa come procedere. Resta coinvolto in un sequestro di cani organizzato dai suoi amici Billy e Hans, e le conseguenze di questa azione sono talmente imprevedibili da rivelarsi quasi adatte alla storia che Marty cercava per il proprio film...

Valutazione Pastorale

Si tratta di una storia dai risvolti decisamente drammatici ma fortemente caratterizzata da un taglio visivo grottesco, eccessivo, strampalato al limite del delirante. Il racconto procede tra strappi e mutazioni, innescando un ritmo narrativo sfrenato che la regia asseconda con indubbie capacità originali e imprevedibili. Realtà e finzione si accavallano senza freni, toccando in qualche passaggio sprazzi di filosofia libertaria. Forse una dichirazione d'amore per il cinema, che certo supera un po' la misura per lasciare troppo spazio a omicidi e violenze varie. Per cui il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come complesso e soprattutto violento.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, per un pubblico predisposto verso questo tipo di proposta (c'è il divieto ai 14). Molta attenzione è da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri strumenti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film