A SPASSO NEL TEMPO – L’AVVENTURA CONTINUA

Valutazione
Futile, volgarità
Tematica
Genere
Farsesco
Regia
Carlo Vanzina
Durata
91'
Anno di uscita
1997
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
A SPASSO NEL TEMPO - L’AVVENTURA CONTINUA
Distribuzione
Filmauro
Musiche
Manuel De Sica
Montaggio
Sergio Montanari

Sogg e scenegg.: Enrico Vanzina, Carlo Vanzina - Fotogr.(Panoramica/a colori): Gian Lorenzo Battaglia - Mus.: Manuel De Sica - Montagg.: Sergio Montanari - Dur.: 91' - Produz.: Filmauro.

Interpreti e ruoli

Massimo Boldi (Walter Colombo), Christian De Sica (Ascanio Colonna), Marco Messeri (Lorenzo il magnifico), Mariangela D’Abbraccio (Sofia), David J.Nicholls (Highlander), Virginie Marsan (Giusy), Brando De Sica (Aspreno), Sergio Solli, Laura Valci, Gerarda Martire, Renzo Rinaldi, Nuccia Fumo, Gea Martire, Erica Beltrami, Floriana Gentile.

Soggetto

Le famiglie Colombo e Colonna, in un monastero tibetano, chiedono al piccolo Buddha come possono fare a ritrovare i mariti Walter e Ascanio che, vittime dell’avaria della macchina del tempo, viaggiano a zonzo nelle epoche più disparate della Storia. Dopo essersi trovati in un villaggio preistorico tipo Flintstones, vengono risucchiati e spediti in Scozia al tempo di William Wallace detto Braveheart. Scappati dalla lotta tra scozzesi e inglesi, vengono inseguiti dal possente Highlander, che vuole eliminarli per restare l'unico immortale. Fuggono ancora ed arrivano nella Firenze medievale, incontrano di nuovo Lorenzo il Magnifico con cui organizzano una zingarata ai danni dell'avaro Baccio. Cambia scenario, ed eccoli nel West, tra le sparatorie dell' Ok Corral e la diligenza di Ombre rosse. Correndo correndo, arrivano a Positano negli anni '50, dove si ritrovano nei panni dei personaggi di 'Pane amore e fantasia'. Quindi eccoli negli anni '60: Ascanio canta a Las Vegas come Frank Sinatra, mentre Walter suona con i Beatles a Londra. Infine, caduti sulla Luna al posto degli astronauti dell’Apollo 11, tornano sulla Terra e si ritrovano a Santa Monica, in California, da dove erano partiti. Qui si trovano a fianco di una sosia di Jessica Rabbit e così, ancora inseguiti, si trasformano a loro volta in cartoni animati e fuggono di nuovo.

Valutazione Pastorale

Il film è il seguito del precedente 'A spasso nel tempo', uscito nel 1996, e ne ripete i protagonisti, la struttura, il tono narrativo. Uno dopo l'altro vengono presi a prestito situazioni e film notissimi, che hanno segnato la storia del costume e del cinema, rivisitati con la presenza in funzione parodistica del duo Boldi/De Sica. Nella sostanza si potrebbero ripetere le osservazioni fatte per il primo film: si tratta anche stavolta di una commedia di tipo farsesco, improntata ad una comicità di tipo televisivo, con poco spessore ma anche qua e là ingenua e goliardica, superficiale ma controllata entro una certa misura, senza scadere in inutili pesantezze. Anzi qualche episodio, tipo quello ispirato a 'Pane amore e fantasia', denota un certo gusto che avrebbe potuto, con maggiore attenzione, contrassegnare anche gli altri. Dal punto di vista pastorale, restano alcuni momenti di volgarità che rendono il film nell'insieme futile. UTILIZZAZIONE: come detto, si tratta di una commedia non tra le peggiori ma di pochissima sostanza. L'utilizzazione in programmazione ordinaria va valutata in relazione alla possibile presenza di un pubblico familiare con bambini e minori.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film