ACT OF VALOR

Valutazione
Consigliabile, realistico
Tematica
Famiglia, Libertà, Morte, Politica-Società, Storia
Genere
Drammatico
Regia
Mike McCoy
Durata
111'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
M2 Pictures
Musiche
Nathan Furst
Montaggio
Scott Waughn, Michael Tronick, Siobhan Prior

Orig.: Stati Uniti (2012) - Sogg. e scenegg.: Kurt Johnstad - Fotogr.(Scope/a colori): Shane Huribut - Mus.: Nathan Furst - Montagg.: Scott Waughn, Michael Tronick, Siobhan Prior - Dur.: 111' - Produz.: Mike McCoy, Scott Waugh, Greg Haggart, Tom Clancy.

Interpreti e ruoli

Roselyn Sanchez . (Lisa Morales), Nestor Serrano (Walter Ross), Emilio Rivera . (Sanchez), Jason Cottle (Abu Shabal), Alex Veadov (Christo), Gonzalo Menendez (comandante Pedro), Alisa Marshall . (moglie di Rorke)

Soggetto

Una squadra delle United States Navy Sea, Air & Land Forces (SEAL) viene allertata e inviata a compiere due missioni di grande delicatezza: liberare Lisa Morales, agente sotto copertura, catturata in Costa Rica; distruggere un grande numero di giubbetti carichi di invisibili proiettili esplosivi in grado di provocare danni forse peggiori dell'11 settembre. Le due missioni vengono portate con successo a termine. Unica vittima è il tenente Rorke, che torna in Patria con grandi onori. Il suo collega Ross si incarica di raccontare i fatti e il sacrificio del padre al figlio appena nato di Rorke.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un prodotto scoperto, palese, privo di sotterfugi: l'obiettivo è comporre un affresco a maggior gloria della squadra dei Navy Seals, corpo altamente specializzato, pronto a dirigersi laddove è a rischio la sicurezza di rappresentanti del Paese o quella della Nazione. Mettere in gioco la vita ogni giorno per un ideale alto, stare lontani dalla famiglia per garantire la certezza del futuro, affrontare disagi e pericoli per una prospettiva di pace: tutto è prevedibile e detto con l'aiuto di immagini levigate, tra colori duri e tramonti struggenti. Quadri belli con poca sostanza dentro, o meglio poco sviluppo narrativo. L'operazione è di propaganda, quasi semplice e ingenua, come molte forme espressive americane. Da seguire senza soffermarsi più di tanti sulle eccezioni. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e realistico nella derivazione da storie realmente accadute.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e recuperato in successive occasioni come esempio di un cinema che supporta valori a sostegno di ideali patriottici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film