ADRENALINA BLU – La leggenda di Michel Vaillant

Valutazione
Accettabile, semplicistico
Tematica
Avventura, Sport
Genere
Avventuroso
Regia
Louis - Pascal Couvelaire
Durata
104'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
Michel Vaillant
Distribuzione
01 Distribution
Soggetto e Sceneggiatura
Gilles Malencon, Luc Besson basato sul fumetto "Michel Vaillant" creato da Jean e Philippe Graton
Musiche
Archive
Montaggio
Herve Schneid

Orig.: Francia (2003) - Sogg.: basato sul fumetto "Michel Vaillant" creato da Jean e Philippe Graton - Scenegg.: Gilles Malencon, Luc Besson - Fotogr.(Scope/a colori): Michel Abramowicz - Mus.: Archive - Montagg.: Herve Schneid - Dur.: 104' - Produz.: Pierre - Ange Le Pogam per Europacorp.

Interpreti e ruoli

Sagamore Stevenin (Michel Vaillant), Diane Kruger (Julie Wood), Peter Youngblood Hills (Steve Warson), Lisa Barbuscia (Ruth Wong), François Levantal (Bob Cramer), Jean - Pierre Cassell (Henry Vaillant), Stefano Cassetti (Giulio Cavallo), Philippe Bas (Jean - Pierre Vaillant), Beatrice Agenin (Elisabeth Vaillant), Philippe Lellouche (José), Jeanne Mauran (Odessa), Stephane Metzger (Dan Hawkins)

Soggetto

Ai blocchi di partenza della 70^ edizione della "24 ore di Le Mans" la scuderia Vaillant si presenta in forze, avendo come primo pilota l'imbattibile Michel Vaillant, e con lui l'amico e partner Steve. La mamma di Michel, Elisabeth ha sognato che il figlio avrebbe avuto un incidente ed è molto nervosa. Ancora più pericolose sono le intenzioni di Ruth, la figlia di Wong, antico avversario morto in corsa. Ruth ha deciso di vendicare la morte del padre e per questo escogita un piano. La prima mossa è il rapimento di Henry, padre di Michel, e il ricatto conseguente fatto al pilota obbligato ad indossare la tuta della Leader, la scuderia avversaria, e a vincere la corsa con quel marchio. Vaillant accetta le condizioni ma poi a sua volta organizza una contromossa che, con l'aiuto decisivo della pilota Julie, gli permette di ribaltare la situazione. Il padre viene liberato e Michel taglia il traguardo per primo sulla Vaillante, sorpassando la Leader sul filo dell'ultimo millimetro.

Valutazione Pastorale

Michel Vaillant è un personaggio dei fumetti nato nel 1957 dalla penna di Jean e Philippe Graton. Di grandissimo successo in Francia, il suo arrivo sullo schermo appare quasi naturale e inevitabile. Nelle plastiche mani di Luc Besson, quella di Michel Vaillant diventa una leggenda e come tale niente le va chiesto di logico o di aderente al vero. Siamo nel terreno dell'avventura allo stato puro, girata a briglia sciolta nell'ariosità del cinemascope. Besson, che è naturalmente il propulsore di tutta l'operazione, affida la regia ad un autore di pubblicità con l'unica raccomandazione di non scostarsi mai dal tono della favola dentro le cornici da playstation: amore, vendetta, paura, affetti, emozioni, tutto il ventaglio delle sensazioni possibili attraversa la storia senza mai essere invadente, a costo anzi di scivolare nell'ingenuità più infantile. Per cui anche quel guidare alla cieca susciterà ben poca voglia di imitazione, e unicamente bisogna lasciarsi andare alle cadenza della fiaba a lieto fine. Pertanto dal punto di vista pastorale il film è da valutare come accettabile, e nell'insieme semplicistico. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare in qualche occasione come proposta di passatempo di facile e immediata fruizione. Da inserire nell'ampio argomento dei rapporti cinema/fumetti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film