ANNIE – LA FELICITA’ E’ CONTAGIOSA

Valutazione
Consigliabile, brillante
Tematica
Bambini, Cinema nel cinema, Famiglia - genitori figli, Film per ragazzi, Musica, Nuove tecnologie
Genere
Commedia musicale
Regia
Will Gluck
Durata
118'
Anno di uscita
2015
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Annie
Distribuzione
Warner Bros Entertainment Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Will Gluck, Aline Brosh McKenna ispirato al fumetto di Harold Gray e al musical di Thomas Meehan, Charles Strouse, Martin Charnin
Musiche
Greg Kurstin
Montaggio
Tia Nolan

Orig.: Stati Uniti (2014)- Sogg.: ispirato al fumetto di Harold Gray (1924) e al musical di Thomas Meehan, Charles Strouse, Martin Charnin (Broadway 1977) - Scenegg.: Will Gluck, Aline Brosh McKenna - Fotogr.(Scope/a colori): Michael Grady - Mus.: Greg Kurstin - Montagg.: Tia Nolan - Dur.: 118' - Produz.: James Lassiter, Will Gluck, Jada Pinkett Smith, Will Smith, Caleeb Pinkett, Shawn 'Jay Z' Carter, Laurence Jay Brown, Tyran Ty Ty Smith.

Interpreti e ruoli

Jamie Foxx (Will Stacks), Quvenzhané Wallis (Annie), Rose Byrne (Grace), Cameron Diaz (Miss Hannigan), Bobby Cannavale (Guy), Adewale Akinnuoye -Agbaje (Nash), David Zayas (Lou), Zoe Margaret Colletti (Tessie), Nicolette Pierini (Mia), Eden Duncan Smith . (Isabella)

Soggetto

Lasciata dai genitori con la promessa che un giorno sarebbero tornati a riprenderla, la piccola Annie è ora affidata insieme ad altre bambine alle cure di Miss Hannigan, che svolge il compito contro voglia e per un modesto compenso. Un giorno Will Stacks, industriale della telefonia e candidato sindaco a New York, per caso salva Annie da un possibile incidente d'auto. Rilanciato dai giornali, l'episodio induce Grace e Guy, componenti del suo staff, a decidere di prendere Annie in affidamento a scopo all'apparenza filantropico in realtà solo elettorale. Annie si trasferisce nel grande appartamento di Stacks, vive con lui e impara ad apprezzarlo. Molti equivoci e molte incomprensioni devono tuttavia trascorrere prima che tutto si chiarisca. Con la completa felicità di Annie.

Valutazione Pastorale

La storia di Annie, con il titolo "Little Orphan Annie", nasce in origine sulle pagine del newyorchese Daily News nel 1924 con la firma di Harold Gray. Il passaggio sul grande schermo arriva nel 1938 con Ann Gillis protagonista. E' del 1977 il debutto sui palcoscenici a Broadway, mentre nel 1982 è la volta del grande John Huston a rivisitare la storia interpretata da Aileeen Quinn con Albert Finney e Carol Burnett. Impossibile da trascurare, arriva nel 1999 una versione televisiva diretta da Rob Marshall. Non si è fatto questo riassunto per semplice gusto enciclopedico, ma per sottolineare che il 'personaggio' Annie è ormai entrato nella pelle e nella mente della mitologia americana, prototipo di una situazione, di un modo di vivere, di una condizione umana e civile: capace insomma di essere ogni volta lo specchio della società americana di quel 'preciso' momento. Così anche in questa occasione: arrivismo e corruzione insidiano una piccola orfana ma tutto va nelle direzione di capire gli errori fatti, pentirsi, chiedere scusa e cambiare vita. Riflessioni sociologiche e politiche non devono togliere spazio a quello che ne è il tono prevalente e caratterizzante, la fiaba. Forse l'ultima parte si intinge troppo di melassa, qualche dialogo respira aria di buonismo telefonato, ma qui acquista importanza il contorno nel quale musica, balli e canzoni confezionano la giusta atmosfera di fantasia, allegria, di miscela tra realismo e favola. E' piacevole ritrovare il musical, un genere troppo presto mandato in pensione. Forse qui il valore aggiunto torna ad essere quello di una New York, simbolo di un'America troppo 'moderna' per essere superata, terreno di racconti dove tutti i problemi trovano la giusta soluzione. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile, e nell'insieme brillante.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in molte occasioni successive come proposta per piccoli, grandi per tutta la famiglia.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film