ASSATANATA

Valutazione
Inaccettabile, volgare
Tematica
Amicizia, Giovani, Sessualità
Genere
Farsesco
Regia
Dennis Dugan
Durata
93'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Evil woman
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Musiche
Mike Simpson
Montaggio
Debra Neil Fisher

Orig.: Stati Uniti (2001) - Sogg. e scenegg.: Greg DePaul, Hank Nelken - Fotogr.(Normale/a colori): Albert Arthern - Mus.: Mike Simpson - Montagg.: Debra Neil Fisher - Dur.: 93' - Produz.: Neal H. Moritz.

Interpreti e ruoli

Steve Zahn (Wayne), Jack Black (J.D.), Jason Biggs (Darren), Amanda Peet (Judith), Ronald Lee Ermey (coach), Amanda Detmer. (Sandy), Neil Diamond . (se stesso)

Soggetto

Darren, Wayne e J.D. sono da tempo grandi amici, hanno in comune la passione per Neil Diamond e di sera, riuniti in una band, eseguono le sue canzoni. Un giorno in un locale, un po' per sfida un po' per scommessa, Darrer avvicina Judith, bella ragazza sola al tavolo. Contrariamente alle previsioni, l'approccio va a buon fine. I due fanno coppia fissa e, quando gli amici lo mettono in guardia, Darren li ignora e segue la ragazza che fa la psicologa. Dopoché Judith a chiesto a Darren di sposarlo, questi incontra Sandy, che non vedeva da tempo e di cui era innamorato da piccolo. Intanto Wayne e J.D., decisi a tutto per recuperare l'amico, rapiscono Judith, vorrebbero eliminarla ma non ci riescono. Darren, che ha saputo da Sandy che lei vuole farsi suora, ascolta in TV la notizia che Judith è morta in un incidente d'auto. Mentre Darren e Sandy sono a cena insieme, arriva all'improvviso Judith, liberata, e tutto sembra tornare come prima. Rinchiusi in carcere ed evasi grazie al loro vecchio coach, J.D. e Wayne prendono Sandy e riescono ad interrompere il matrimonio tra Darren e Judith. Darren e Sandy ora possono stare insieme, e Judith finisce per sposare Wayne.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia ambientata nel solito mondo giovanil-studentesco americano, pretesto per dare il via alle consuete scorribande sessuali, all'inevitabile diluvio di trivialità verbali e gestuali con contorno di azioni esageratamente rumorose e fracassone. Se il tono è certo farsesco, non viene trascurata l'occasione per mettere insieme situazioni tutte nell'ambito del 'politicamente corretto' per quanto attiene a coppie, accoppiamenti, scambi di coppia. Si dovrebbe ridere ma ci si arrende alla noia, al qualunquismo, alla stupidità. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come inaccettabile, e nell'insieme volgare. UTILIZZAZIONE: l'utilizzazione é da evitare, sia in programmazione ordinaria sia in altre circostanze. Molta attenzione è da tenere per i minori in occasione di passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film