BANDIDAS

Valutazione
Accettabile, Brillante
Tematica
Avventura, Donna
Genere
Commedia
Regia
Joachim Roenning
Durata
95'
Anno di uscita
2006
Nazionalità
Francia, Messico, Stati Uniti
Distribuzione
01 Distribution
Musiche
Eric Serra
Montaggio
Frederic Thoraval

Orig.: Francia/Messico/Stati Uniti (2005) - Sogg. e scenegg.: Luc Besson, Robert Mark Karmen - Fotogr.(Scope/a colori): Thierry Arbogast - Mus.: Eric Serra - Montagg.: Frederic Thoraval - Dur.: 95' - Produz.: Luc Besson, Ariel Zeitoun.

Interpreti e ruoli

Penelope Cruz (Maria), Salma Hayek (Sara), Steve Zahn (Quentin Cooke), Dwight Yoakam (Tyler Jackson), Sam Shepard (Bill Buck), Carlos Cervantes (Pedro), Humberto Elizondo (governatore), Audra Blaser . (Clarissa)

Soggetto

Messico, primi '900. In paese arriva Tyler Jackson, funzionario della Bank and Trust di New York, e in breve, d'accordo con il governatore, comincia ad espropriare terreni ai piccoli proprietari per far passare anche da lì la ferrovia. Del tutto casualmente Maria, figlia di un contadino truffato, e Sara, figlia di un banchiere locale ucciso, si incontrano e decidono di mettersi insieme per reagire ai soprusi. Diventate pistolere provette grazie all'aiuto dell'esperto cowboy Bill, le ragazze cominciano a rapinare banche locali per danneggiare Tyler e portarlo alla rovina. Per aprire però le varie cassaforti hanno bisogno dell'aiuto di Quentin, un super esperto di indagini e sistemi antifurto. Il terzetto mette a segno molti colpi, Tyler cerca di reagire ma intorno a lui si crea un vuoto sempre più grande. Quando l'affarista viene eliminato, Maria e Sara si preparano a contendersi i favori del simpatico Quentin. Ma arriva la fidanzata, e i due ripartono insieme. Allora Maria chiede a Sara, che aveva studiato dall'altra parte dell'oceano: "Come sono le banche in Europa"?

Valutazione Pastorale

Se è vero che il western é, da tempo, un genere superato e quasi dimenticato, ben vengano poche ma frizzanti produzioni come questa a ricordarcene i fasti e le potenzialità. Luc Besson, multiforme protagonista del cinema internazionale, produce, scrive e ispira un copione a briglia completamente sciolta, che non ha paura di citare illustri esempi del passato. Prendere a prestito qualche idea da titoli più famosi diventa infatti giustificato, quando lo si motiva con equilibrio e intelligenza, con una storia, come in questo caso, di poche pretese ma svelta, incalzante, godibilissima. Evitato é il rischio di essere solo fracassoni, o rumorosi. Azzeccate risultano le ambientazioni tutte in esterno, e perfetta (forse decisiva) é la presenza nei ruoli principali di due 'non americane', la messicana Salma Hayek, la spagnola Penelope Cruz. Insomma un divertimento liberatorio, per un film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile, e nell'insieme brillante.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e da recuperare come proposta di passatempo, divertente e di immediata fruizione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film