CI VEDIAMO A CASA

Valutazione
Futile, velleitario
Tematica
Famiglia - genitori figli, Matrimonio - coppia, Omosessualità
Genere
Commedia
Regia
Maurizio Ponzi
Durata
108'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Microcinema
Soggetto e Sceneggiatura
Maurizio Ponzi, Pietro Spila, Stefano Tummolini, Giancarlo De Cataldo Maurizio Ponzi, Piero Spila, Stefano Tummolini
Fotografia
Maurizio Calvesi
Musiche
Andrea Felli
Montaggio
Luca Montanari
Produzione
Damiano Andriano per Dalex Film in collaborazione con RAI Cinema

Interpreti e ruoli

Ambra Angiolini (Vilma), Edoardo Leo (Franco), Antonello Fassari (Giulio), Myriam Catania (Gaia), Giulio Forges Davanzati (Stefano), Nicolas Vaporidis (Enzo), Primo Reggiani (Andrea), Giuliana De Sio (madre di Enzo), Federico Rosati (Giordano), Alessandro Nardocci (Federico), Federico Rossi Scribani (sacerdote), Isabelle Adriani

Soggetto

A Roma oggi,tre coppie, un unico problema, la casa. Dalla periferia Vilma e Franco, pur di avvicinarsi in città, accettano l'ospitalità di Giulio, un amico pensionato. Gaia e Stefano, da poco conosciutisi, vanno a abitare nella casa di lui. Ben presto, anche per motivi politici e legali, capiscono di non essere compatibili tra loro. Enzo vive a casa con la madre. Un giorno conosce Andrea, poliziotto che alloggia in caserma. I due cominciano a frequentarsi, vorrebbero andare a vivere insieme ma molti ostacoli si frappongon oal progetto.

Valutazione Pastorale

Si tratta di uan commedia veramente rabberciata e modesta. Nonostante la stringente e talvolta drammatica attualità del tema portante (la casa), la sceneggiatura annaspa tra suggestioni che restano a livello di abbozzo, e spunti che non escono dal banale, dal prevedibile, dal politicamente cortetto, talvolta con personaggi caratterizzati troppo sopra le righe (Giuliana De Sio). Eppure la regia di Ponzi, di lunga esperienza, sa dosare i giusti tempi e supllisce ai contorsionismi del copione. Ma situazioni, sequenze, intenzoni restano troppo facili e supeficiali per dare qualche sostanza al lavoro. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come futile e in genere velleitario.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo presente che qualche eccesso visivo potrebbe essere non gradito. Molta attenzione è da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film