COME LO SAI

Valutazione
Consigliabile, Problematico
Tematica
Famiglia - genitori figli, Lavoro, Psicologia
Genere
Commedia
Regia
James L.Brooks
Durata
116'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
How Do You Know
Distribuzione
Sony Pictures Releasing Italia
Musiche
Hans Zimmer
Montaggio
Richard Marks

Orig.: Stati Uniti (2010) - Sogg. e scenegg.: James L. Brooks - Fotogr.(Panoramica/a colori): Janusz Kaminski - Mus.: Hans Zimmer - Montagg.: Richard Marks - Dur.: 116' - Produz.: James L. Brooks, Paula Weinstein, Laurence Mark, Julie Ansell.

Interpreti e ruoli

Reese Witherspoon (Lisa Jorgenson), Jack Nicholson (Charles), Paul Rudd (George), Owen Wilson (Matty), Molly Price (Sally), Kathryn Hahn . (Annie), Shelley Conn (Terry), Mark Linn Baker (Ron), Teyonah Parris . (Riva)

Soggetto

Esclusa all'improvviso dalla squadra di softball, Lisa é depressa e incerta sul proprio futuro. Quasi nello stesso momento conosce Manny, giocatore di baseball professionista che sta pensando ad una vita in due, e George, uomo d'affari un po' goffo che riceve un'accusa di frode nell'azienda fondata dal padre. Lisa si divide tra i due, restando sempre confusa e indecisa. L'atteggiamento alquanto superficiale di Manny però la scoraggia, mentre i modi gentili di George, il suo difficile contrasto con il padre Charles (che risulterà il vero colpevole della truffa) le fanno preferire quest'ultimo.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia dal copione rischioso e anomalo, tutto giocato su un dialogare fitto, che in certi momenti diventa quasi verbosità e capacità di sfidare il livello di attenzione dello spettatore. In effetti c'è poca azione, sovrastata da molta psicologia, fino a configurare il tono di una seduta psicanalitica. I temi dell'incertezza sul futuro, dell'indecisione, delle scelte sentimentali, del rapporto con il genitore, dei soldi, della professione si accavallano in una continua successione di sfumature e di atteggiamenti contrastanti. L'approccio appare moderno, capace di stanare quelle nevrosi difficili da far emergere attraverso modelli di comportamento non sempre evidenti. Si gioca duro sulla voglia di superare le difficoltà di comunicazione tra le persone in un contesto borghese che ha risolto i bisogni primari ma non quelli collaterali. Un racconto alquanto complicato ma stimolante per un film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare ocme consigliabile e anche problematico.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e in seguito come prodotto americano dai toni intimisti quasi all'europea. Attenzione é da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di DVD e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film