CONSIGLI PER GLI ACQUISTI

Valutazione
Accettabile-riserve, brillante
Tematica
Mass-media
Genere
Commedia
Regia
Sandro Baldoni
Durata
89'
Anno di uscita
1997
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Istituto Luce
Soggetto e Sceneggiatura
Sandro Baldoni, Johnny Dell'Orto
Musiche
Carlo Siliotto
Montaggio
Dede De Vittis

Sogg. e Scenegg.: Sandro Baldoni, Johnny Dell'Orto - Fotogr.: (Panoramica/a colori) Renato Alfarano -Mus.: Carlo Siliotto - Montagg.: Dede De Vittis - Dur.: 89' - Produz.: Stra-ne Storie Srl; Istituto Luce s.p.a

Interpreti e ruoli

Ennio Fantastichini (Giulio Stucchi), Ivano Marescotti (Gian-franco Pedone), Silvia Cohen (Vanda Crespi Cicogna), Carlo Croccolo . (Comm. Ciro Esposito), Mariella Valentini (Titti Melidoni), Maurizio Croz-za (Claudio Bonelli), Barbara Cupisti (Mary Catucci), Pietro Biondi, Flavio Bonacci, Cosimo Cinieri, Emanuela Giordano.

Soggetto

Giulio Stucchi, titolare di un'agenzia pubblicitaria, deve preparare la campagna promozionale di un nuovo prodotto per cani. Dopo qualche esi-tazione, confida ai suoi collaboratori che nelle scatolette provenienti dall'Ar-gentina è stata messa una partita di carne avariata e inservibile per altri usi. La macchina organizzativa però si mette ugualmente in moto, viene scelto un cane come testimone ed è attraverso i suoi occhi stupiti che viene seguito il lavoro dell'agenzia. La preparazione va avanti, mentre fuori ci sono manife-stazioni operaie contro i licenziamenti, ed anche Giulio, pressato dai dirigen-ti, manda a casa alcuni dipendenti, uno dei quali però non si rassegna e comincia a disturbare le riunioni al vertice in cui si deve decidere la campa-gna. Il gruppo dei creativi propone alcuni spot, che però non soddisfano il committente, il commendator Ciro Esposito, che alla fine propone una sua scelta, che naturalmente viene subito accettata. La campagna promozionale può partire, l'inganno è compiuto.

Valutazione Pastorale

si tratta di una commedia corrosiva e pungente su uno degli aspetti che, nel bene e nel male, caratterizzano la società occiden-tale di fine millennio, quello della pubblicità con tutto il contorno relativo ai concetti di prodotto, vendita, capacità di comunicazione, abilità di persuasio-ne. Un mondo che da un lato poggia sulla concretezza dei fatturati, delle entrate e delle uscite, e dall'altro sull'effimero del dovere vendere a tutti costi anche il superfluo e il non vendibile. Argomento quindi interessante e attuale, che il film tratta secondo i toni della commedia italiana, ridendoci sopra e cercando di far riflettere. Dal punto di vista pastorale, si evidenziano riserve per qualche situazione meno sorvegliata, ma nell'insieme il film è positivo e dai toni brillanti. Utilizzazione: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, come pro-posta di film italiano piacevole e interessante. In altri contesti, serve per affrontare, come detto, riflessione sull'argomento "pubblicità", con tutte le implicazioni connesse.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film