CRIMINAL

Valutazione
Complesso, problematico
Tematica
Scienza, Violenza
Genere
Azione
Regia
Ariel Vromen
Durata
117'
Anno di uscita
2016
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Criminal
Distribuzione
Notorius
Musiche
Brian Tyler & Keith Power
Montaggio
Danny Rafic

Orig.: Stati Uniti (2016) - Sogg. e scenegg.: Douglas Cook, David Weisberg - Fotogr.(Scope/a colori): Dana Gonzales - Mus.: Brian Tyler & Keith Power - Montagg.: Danny Rafic - Dur.: 117' - Produz.: J.C. Spink, Chris Bender, Christa Campbell, Boaz Davidson, Matt 0'Toole, Mark Gill.

Interpreti e ruoli

Kevin Costner (Jerico Stewart), Gary Oldman (Quaker Wells), Tommy Lee Jones (dottor Franks), Alice Eve . (Marta Lynch), Ryan Reynolds (Bill Pope), Michael Pitt (Jan Strook), Jordi Molla (Hagbardaka Heinbahl), Scott Atkins (Pete Greensleeves), Amaury Nolasco (Esteban Ruiza), Antj Traue (Elsa Muller), Colin Salmom (Warden), Gal Gadon . (Jill Pope)

Soggetto

Ucciso mentre è in servizio, l'agente della CIA Bill Pope porta con se nella tomba alcuni segreti importanti per salvare il mondo da un attacco terroristico. L'unica soluzione per recuperare quei dati, alla CIA pensano che sia quella di trasferire la memoria di Pope nella mente di un altro. La persona individuata è Jerico Stewart, un detenuto rinchiuso nel braccio della morte...

Valutazione Pastorale

Ryan Reynolds, che è Bill Pope, scompare quasi subito di scena, sostituito da Kevin Costner, che è Jerico Stewart. Sostituito in tutto e per tutto, e senza possibilità di sapere niente di loro due. Pope esce di scena e Jerico ne prende il posto, via via in forma più decisa e intraprendente. Soprattutto da quando ha avuto l'opportunità di conoscere la vedova di Pope, e la sua piccola figlia. C'era una volta una fantascienza che aveva difficoltà a rovesciare le situazioni, a ribaltare destini e futuri. Ora, da quando, è possibile trapiantare i ricordi e il pensiero da un cervello all'altro, la situazione si è fatta più semplice ma, per fortuna, più identificabile nello svolgimento. Nel senso che "Criminal" più va avanti e più diventa incredibile, più tocca pericolosamente la soglia dell'incredulità e della fantasia. Nonostante un cast quasi "all star", con Costner in primo piano, bravo a fare il duro ma non in grado di controllare gli eccessi del buonismo conclusivo, il film stenta decollare veramente, girato certo a tutta birra, adrenalinico al punto giusto eppure curiosamente e talvolta inerte, come sfiatato. Si può parlare di un trapianto che non ha funzionato, perché il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come complesso e problematico per i temi che solleva anche sotto il profilo scientifico. UTILIZZAZIONE: il film è d utilizzare in programmazione ordinaria e in situazioni mirate, anche per appassionati di thriller psicologici e di storie d'azione con qualche eccesso di violenza.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film