CUORI AL VERDE ***

Valutazione
Discutibile, Brillante
Tematica
Amicizia, Giovani, Lavoro
Genere
Commedia
Regia
Giuseppe Piccioni
Durata
101'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Daniele Silvestri
Montaggio
Esmeralda Calabria

Sogg. e scenegg.: Giuseppe Piccioni, Gualtiero Rosella - Fotogr.(Panoramica/a colori): Camillo Bazzoni - Mus.: Daniele Silvestri - Montagg.: Esmeralda Calabria - Dur.: 101' - Produz.: Rodeo Drive.

Interpreti e ruoli

Gene Gnocchi (Giulio), Giulio Scarpati (Stefano), Margherita Buy (Lucia), Antonio Catania (Piero), Gaia De Laurentiis (Martina), Delphine Telesio (Rebecca), Corso Salani (Emanuele), Katarina Vasilissa, Paolo Maria Scalondro, Stefano Abbati, Piero Natoli, Ramon Vargas, Renzo Stacchi, Giovanni Vettorazzo.

Soggetto

Sconosciuti tra loro, vivono in una grande città la giovane Lucia, la quale fa la cameriera per mantenere l'inetto fidanzato Piero, che ha aspirazioni musicali; Stefano, da poco laureato in filosofia il quale, abbandonato dalla fidanzata, è alla vana ricerca di un impiego; il quarantenne Giulio che, separato dalla moglie e dalla figlia quindicenne Rebecca, vede la sua concretezza di idraulico scontrarsi con le pretese intellettuali della sua amica Martina. Ingerita una dose di antidepressivi, Stefano si introduce nel furgone di Giulio, che lo porta all'ospedale e quindi, stimolato da un comprensivo medico, a casa. Lucia invece si trova improvvisamente senza fidanzato e con dieci milioni di debito in banca dopo che costui ha fatto un prelevamento disonesto. Mentre Giulio tenta di distrarre l'apatico Stefano portandolo sul lavoro, Lucia, licenziatasi per uno screzio col principale, ridotta allo stremo accetta le proposte del direttore della banca che le procura quello che sarà il primo di una serie di interessati finanziatori: un usuraio grassone. Stefano, prende gusto al lavoro mentre Giulio, sempre più in crisi con Martina, la vede circuita dal sordido Emanuele. Lucia intanto guadagna molto denaro e mette su casa: ma poiché il lavabo del bagno perde si rivolge a Stefano e Giulio che così la conoscono. Il primo, avendo dimenticato di mettere la stoppa alla guarnizione dello scarico, torna da lei e la invita ad uscire. Giulio intanto vede Lucia con un "cliente" e comprende così che tipo di "attività" svolge la giovane. Frattanto Stefano, entusiasta, invita lei ad assistere alla rappresentazione dell'opera "L'elisir d'amore", ma la vista del direttore di banca che ammicca coi vicini rende furiosa Lucia. Invano Stefano le lascia messaggi telefonici. Anche Giulio deve prendere atto dell'addio di Martina: si scoraggia, né lo consola il regalo di compleanno della figlia Rebecca, e litiga con Stefano che si licenzia e cerca altri lavori. Ma l'amicizia è più forte, e Stefano consiglia Giulio sul come riconquistare Martina, mentre Lucia, dopo un ripensamento, accetta l'amore di Stefano e decide di cambiare vita.

Valutazione Pastorale

Questo film italiano giunge a rallegrarci come un'oasi di freschezza, buon gusto e inventiva, con una satira finalmente costruttiva e nello stesso tempo divertente sul disagio che il Paese attraversa nei suoi vari strati sociali, dal laureato all'extracomunitario. Avvalendosi di dialoghi frizzanti, montato con brio e scioltezza invidiabili, si dipana come una moderna allegoria, senza mai salire sul pulpito per predicare verità troppo lontane per essere applicabili o pii consigli che nessuno si sognerebbe di realizzare. La solidarietà di Giulio verso Stefano; l'amicizia sincera, a volte spigolosa, mai retorica, tra i due; il nascere del sentimento che porterà Lucia ad uscire dal tunnel distruttivo in cui si è infilata, sono dati positivi. Purtroppo la discesa agli "inferi" della giovane, che non è certo vista come positiva ma in qualche modo ineluttabile, con qualche compiacimento realistico, unitamente al quadro morale generale non certo rallegrante, motivano la valutazione di discutibile. Ottima regia, ottimi attori, con la bella interpretazione di Gene Gnocchi, sornione ed incisivo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film