DINOSAURI

Valutazione
Accettabile, asprezze*
Tematica
Film per ragazzi, Storia
Genere
Film d'animazione
Regia
Eric Leighton, Ralph Zondag
Durata
81'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Dinosaur
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
John Harrison e Robert Nelson Jacobs Walon Green
Musiche
James Newton Howard
Montaggio
H.Lee Peterson

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg.: Walon Green - Scenegg.: John Harrison e Robert Nelson Jacobs - Mus.: James Newton Howard - Montagg.: H.Lee Peterson - Dur.: 81' - Produz.: Pam Marsden.

Soggetto

Siamo nell'era del tardo Cretaceo, 65 milioni di anni or sono. L'iguanodonte Aladar è stato separato dal branco quando era ancora un ovetto ed è stato allevato su un'isola da un clan di lemuri. Quando una devastante pioggia di meteoriti getta il suo mondo nel caos, Aladar, insieme ai vari membri della sua famiglia adottiva, ritiene opportuno cercare rifugio sulla terraferma. Qui giunto, si unisce ad un gruppo di dinosauri in fuga verso un luogo sicuro dove poter nidificare. Avendo poco cibo e poca acqua a disposizione e con la minaccia costante di predatori assetati di sangue, il branco si mette in cammino e affronta pericoli di ogni genere. Il capobranco Kron impone ritmi faticosissimi, ed è disposto ad eliminare chi non riesce a tenere il passo. Aladar si sente in dovere di intervenire, e così facendo si mette in urto con Kron. La sorella di Kron, Neera, è conquistata dalle capacità e dalla gentilezza di Aladar, e si mette dalla sua parte. Dopo un aspro duello, Kron muore. Aladar si mette alla testa del gruppo e lo conduce verso i luoghi tanto attesi per fermarsi e nidificare.

Valutazione Pastorale

A livello tecnico, questo cartone targato Disney é il frutto di una combinazione di live-action digitalizzata, fantasmagorici effetti speciali e animazione computerizzata. I risultati sono senz'altro notevoli e affascinanti sul piano visivo: il mondo preistorico è ricreato con l'obiettivo di mettere a confronto (e a contrasto) l'armonia stordente della natura, la forza dirompente dei fenomeni naturali che cambiavano il volto del mondo, la crudezza dei rapporti nel mondo animale. Le immagini della prima parte sono coinvolgenti, mentre nella seconda l'attenzione é del tutto concentrata sul viaggio del branco: viaggio,ancora una volta, come momento in cui le situazioni emergono e si risolvono, metafora forse di più ampie situazioni storiche e cinematografiche. In questo viaggio i dinosauri lottano e cercano di eliminarsi l'un l'altro: indubbiamente con una certa crudezza di modi e toni. Ma questi momenti non superano mai il livello del realismo e della credibilità: non ecessivi quindi, e anzi utili ad offrire opportunità di recupero di periodi storici, di cui nessuno si occupa più. Veri poi nel ricordare che il mondo animale non è quello armonioso e lieto di tanti altri raccontini, ma vive nella cruda lotta della sopravvivenza. Il film quindi suggerisce alcuni interessanti opportunità di riflessione, in ordine alla visione per bambini e adolescenti, certo supportati da genitori ed educatori. Anche un confronto con la paura, se ben spiegato e veicolato, può avere risvolti giusti. Dal punto di vista pastorale dunque il film è da valutare come positivo, accettabile, segnalandone le asprezze sul piano visivo e dei comportamenti. UTILIZZAZIONE: per quanto detto sopra, il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, e da proporre successivamente in occasioni per ragazzi, sia come passatempo sia in ambito scolastico, sia in famiglia: in tutti i casi, dando al ragazzo aiuti e supporti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film