ERIN BROCKOVICH-FORTE COME LA VERITA’

Valutazione
Accettabile-riserve, problematico
Tematica
Donna, Ecologia, Famiglia, Giustizia, Lavoro
Genere
Drammatico
Regia
Steven Soderbergh
Durata
130'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Erin Brockovich
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Musiche
Thomas Newman
Montaggio
Anne V.Coates

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg. e scenegg.: Susanna Grant - Fotogr.(Panoramica/a colori): Ed Lachman - Mus.: Thomas Newman - Montagg.: Anne V.Coates - Dur.: 130' - Produz.: Danny DeVito, Michael Shamberg, Stacey Sher.

Interpreti e ruoli

Julia Roberts (Erin Brockovic), Albert Finney (Ed Masry), Aaron Eckhart (George), Peter Coyote, Marg Helgenberger

Soggetto

Con due matrimoni falliti alle spalle e tre bambini ancora piccoli da crescere, Erin Brockovic sente di essere sul punto di arrendersi di fronte alle difficoltà che la assillano. Non ha un lavoro, non può pagare le bollette, e per di più il tribunale le ha dato torto nella causa per un incidente d'auto di cui era rimasta vittima. Disperata, va da Ed, l'amico avvocato che l'aveva difesa, e lo supplica di darle un lavoro nel suo studio, uno qualunque. Incaricata di archiviare le vecchie pratiche, Erin si imbatte per caso in alcuni referti medici contenuti in un fascicolo di tutt'altro argomento. Incuriosita dalla presenza di quelle carte inserite nella documentazione relativa ad alcune proprietà immobiliari, la ragazza comincia a leggerle, per poi accorgersi del motivo: si tratta di un abile sistema per coprire un gravissimo caso di avvelenamento delle acque. Da tempo gli abitanti di Hinkley, cittadina californiana, si ammalano e muoiono senza sapere il perché. Nell'archivio idrico della contea, Erin trova conferma ai propri sospetti: il cromio esavalente, liquido velenoso usato per evitare la corrosione dei metalli, finiva nell'acqua corrente usata nelle case degli abitanti. Aiutata da Ed e dal suo studio, Erin si reca sul posto, contatta le persone, all'inizio diffidenti e poi convinte dalla sua determinazione. Così Erin raccoglie oltre seicento firme di adesione: tutta gente che si costituisce parte civile contro la ditta PG&E. Con tanta, probante documentazione, il verdetto non può che essere uno: la ditta viene riconosciuta colpevole e condannata a pagare 333 milioni di dollari di risarcimento. Quando tutto é concluso, Ed porta a Erin la parte che le spetta, due milioni di dollari.

Valutazione Pastorale

I fatti sono tutti realmente accaduti, a partire dal 1993. Dopo quella sentenza, la PG&E ha smesso l'utilizzo del cromio nei compressori dei propri stabilimenti e i bacini della società sono stati adeguatamente rivestiti per scongiurare nuove contaminazioni nelle falde acquifere. Erin Brockovich ha partecipato alle riprese del film e appare in una particina nel ruolo di una cameriera. Siamo dunque in pieno nel filone della denuncia civile, che il cinema americano ha sempre tenuto ben presente ed ha saputo alimentare negli anni con forza e notevole coerenza. La storia cerca di mettere d'accordo il dato realistico, secco e concreto, con quello umano, difficile e sfumato. La soluzione é trovata in una confezione generale abbastanza tradizionale (la costruzione del 'carattere' di Erin, il suo essere madre, il rapporto con George, hippie generoso e fuori tempo) con all'interno una convincente capacità di far risaltare l'importanza della battaglia che Erin insiste a combattere: un esempio, un invito a non arrendersi, a cercare sempre la verità, soprattutto nell'era della globalizzazione economica. Certo Erin appare spesso sgradevole, nei modi e nelle espressioni verbali: ma é uno schermo di durezza che la vita le ha assegnato, che la disperazione ha aggravato ma che può anche scomparire. Film quindi intenso, misuratamente ruvido e in grado di farsi seguire nonostante la lunghezza. Dal punto di vista pastorale, si é detto degli atteggiamenti non sempre controllati da parte della protagonista: da sottolineare con qualche riserva nell'insieme di un film comunque positivo, accettabile e problematico per gli spunti che offre. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria. Da recuperare in occasioni di proposte sul cinema di ispirazione civile di fine Millennio.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV