FELIX IL CONIGLIETTO E LA MACCHINA DEL TEMPO

Valutazione
Inconsistente, banalità
Tematica
Amicizia, Animali, Avventura, Letteratura
Genere
Film d'animazione
Regia
Giuseppe Maurizio Laganà
Durata
87'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Germania
Titolo Originale
Felix 2 - Der Hase und die verflixte zeitmaschine
Distribuzione
Moviemax
Soggetto e Sceneggiatura
John Paisley, Mark Slater, Marlowe Weisman, Gabriele M. Walther tratto dai libri per bambini scritti da Annette Langen e illustrati da Costanza Dropp
Musiche
Danny Chang
Montaggio
Lamberto Mancini

Orig.: Germania (2005) - Sogg.: tratto dai libri per bambini scritti da Annette Langen e illustrati da Costanza Dropp - Scenegg.: John Paisley, Mark Slater, Marlowe Weisman, Gabriele M. Walther - Fotogr.(Normale/a colori) - Mus.: Danny Chang - Montagg.: Lamberto Mancini - Dur.: 87' - Produz.: Orlando Corradi, Frank Piscator.

Interpreti e ruoli

Felix (voce italiana: Diana Anselmo), il coniglietto (v.i.: Veronica Puccio), Sophie (v.i.: Flavio Aquilone), Wolly (v.i.: Lorenza Biella), Gertrude (v.i.: Mino Caprio), prof. Snork (v.i.: Alessio Boni), padre di Sophie (v.i.: Maria Grazia Cucinotta), mamma di Sophie .

Soggetto

Durante una visita ad un museo insieme alla sua amichetta Sophie e alla famiglia di lei, Felix, coniglietto di peluche, incontra il prof. Snork e, scambiato per un tecnico, sale sulla macchina del tempo da lui inventata. L'apparecchio si mette in funzione e catapulta Felix nel passato. Accompagnato dal mammut Wolly e dalla tartaruga Gertrude, Felix attraversa varie epoche: l'età della pietra, l'antico Egitto, il periodo dei Vichinghi, quello degli indiani d'America. Finalmente, dopo molti inconvenienti, riesce a fare ritorno a casa. Qui ad accoglierlo ritrova Sophie e i suoi due fratellini.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una storia d'animazione oltremodo debole e poco coinvolgente. Il copione é prevedibile e per niente vivace; l'animazione non si segnala per fantasia o innovazione; anche se si parla di bambini, animali e famiglia, c'è poca poesia, poca intensità favolistica. Un prodotto invero non del tutto riuscito che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come inconsistente e segnato da banalità. UTILIZZAZIONE: il film può anche essere utilizzato per bambini, ben tenendo conto di quanto detto sulla sua generale modestia.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film