FUORI CONTROLLO

Valutazione
Consigliabile, violenze
Tematica
Famiglia - genitori figli, Giallo - Triller, Politica-Società, Potere
Genere
Thriller
Regia
Martin Campbell
Durata
116'
Anno di uscita
2010
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Edge of Darkness
Distribuzione
01 Distribution
Soggetto e Sceneggiatura
William Monahan, Andrew Bovell tratto dalla serie televisiva scritta da Troy Kennedy Martin
Musiche
Howard Shore
Montaggio
Stuart Baird

Orig.: Stati Uniti (2009) - Sogg.: tratto dalla serie televisiva scritta da Troy Kennedy Martin - Scenegg.: William Monahan, Andrew Bovell - Fotogr.(Scope/a colori): Phil Meheux - Mus.: Howard Shore - Montagg.: Stuart Baird - Dur.: 116' - Produz.: Graham King, Tim Headington, Michael Wearing.

Interpreti e ruoli

Mel Gibson (Thomas Craven), Ray Winstone (Darius Jedburgh), Danny Huston (Jack Bennett), Bojana Novakovic (Emma Craven), Shawn Roberts (Burnham), Caterina Scorsone . (Melissa Conway), Denis O'Hare (Moore), David Aaron Baker (Milroy)

Soggetto

Quando la figlia Emma viene uccisa accanto a lui sulla porta di casa, il detective Thomas Craven all'inizio pensa ad un errore di mira. Ma in seguito capisce che il bersaglio era proprio la ragazza e allora comincia ad indagare. Emma era finita coinvolta in una trama che, partendo da una ditta quasi segreta, coinvolgeva la sicurezza nazionale e anche uomini politici. Thomas risale ai mandanti e li inchioda tutto alle loro responsabilità.

Valutazione Pastorale

Rientrando al cinema dopo una lunga assenza, Gibson accetta questo copione alla base del quale c'è una serie tv inglese andata in onda nel 1985 e diretta dallo stesso Martin Campbell. Al personaggio Craven l'attore ben si adatta, muovendosi nel mutare del suo stato caratteriale: felice all'inizio e poi via via più teso, cupo, deciso a fare luce sulla vicenda. Ne esce un tipico prodotto di 'genere', thriller innanzi tutto ma con belle parti di azione e di suspence. Certo la logica ispiratrice è quella della vendetta, sempre finalizzata agli snodi narrativi della vicenda. Anche i riferimenti a complicità e connivenze tra politica e affari rientrano nell'economia del racconto, aprendo tuttavia lo spiraglio della denuncia. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come consigliabile e non privo di violenze.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, con attenzione per la presenza di minori e piccoli. Stessa cura é da tenere in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film