HELLBOY: THE GOLDEN ARMY

Valutazione
Accettabile, Complesso
Tematica
Avventura, Fantascienza, Fumetti- Graphic novel
Genere
Fantastico
Regia
Guillermo Del Toro
Durata
110'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
Universal Pictures International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Guillermo Del Toro tratti dai personaggi del fumetto creato da Mike Magnolia
Musiche
Danny Elfman
Montaggio
Bernat Vilaplana

Orig.: Stati Uniti (2008) - Sogg.: tratti dai personaggi del fumetto creato da Mike Magnolia - Scenegg.: Guillermo Del Toro - Fotogr.(Normale/a colori): Guillermo Navarro - Mus.: Danny Elfman - Montagg.: Bernat Vilaplana - Dur.: 110' - Produz.: Lawrence Gordon, Lloyd Levin, Mike Richardson, Joe Roth.

Interpreti e ruoli

Ron Perlman (Hellboy), Selma Blair (Liz Sherman), Jeffrey Tambor (Tom Manning), Luke Goss (Principe Nuada), Anna Walton (Principessa Nuala), Doug Jones (Abe Sapien), James Dodd (Johann Krauss), John Hurt (Trevor 'Broom' Bruttenholm), Roy Dotrice (Re Balor)

Soggetto

Il supereroe Hellboy e la squadra dell'Istituto per la Ricerca e la Difesa del Paranormale sono chiamati a predisporre una difesa contro il pericolo rappresentato dal principe Nuada. Questi, rompendo un'antica tregua, si é impossessato della mappa in grado di risvegliare l'Esercito d'oro, ed è deciso a dominare la Terra. Costretto a muoversi tra la superficie abitata dagli umani e le zone sotterranee piene di imprevisti, Hellboy affronta rischi impensabili. Ma con l'aiuto della fidanzata Liz, riesce a riportare l'ordine interrotto.

Valutazione Pastorale

Siamo dalle parti di quei sequel che (non sempre capita) sono migliori dell'originale. Forse la storia é troppo aggrovigliata, non facile da seguire e anzi induce a perdere il filo logico della trama. Ma si tratta di un caso in cui una certa 'illogicità' diventa il motivato corrispettivo di una scenario di grande forza affabulatoria. La fantasia corre a briglia sciolta, muovendosi tra miti, leggende, epopea: senza perdere di vista agganci con una cultura che ha improntato secoli di storia umana. Una bella cavalcata nell'immaginario, intensa e coinvolgente, con molti richiami simbolici e molta attenzione a tenere distinti i limiti dell'umano e gli sconfinati territori del pensiero. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come accettabile e decisamente complesso.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo presente quanto detto sopra circa il suo non semplice svolgimento. Qualche attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV