I PINGUINI DI MR. POPPER

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Animali, Bambini, Famiglia, Film per ragazzi, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Mark Waters
Durata
94'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Mr. Popper's Penguins
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Sean Anderson & John Morris, Jared Stern basato sul romanzo omonimo di Richard e Florence Atwater
Musiche
Rolfe Kent
Montaggio
Bruce Green

Orig.: Stati Uniti (2011) - Sogg.: basato sul romanzo omonimo di Richard e Florence Atwater - Scenegg.: Sean Anderson & John Morris, Jared Stern - Fotogr.(Panoramica(a colori): Florian Ballhaus - Mus.: Rolfe Kent - Montagg.: Bruce Green - Dur.: 94' - Produz.: John Davis.

Interpreti e ruoli

Jim Carrey (mr. Popper), Carla Gugino (Amanda), Angela Lansbury. (mrs. Van Gundy), Ophelia Lovibond (Pippi), Madeline Carroll (Janie), Clark Gregg (Nat Jones), Jeffrey Tambor (mr. Gremmins), David Krumholtz (Kent), Philip Baker Hall (Franklin), Maxwell Perry Cotton (Billy), James Tupper (Rick), Dominic Chianese (Reader), William C. Mitchell . (Yates)

Soggetto

Tom Popper, affermato uomo d'affari a New York, riceve un giorno in regalo dall'Antartide sei pinguini, che lui ospita nel suo grande appartamento a Brooklyn. Da quel momento la sua vita cambia. All'inizio in peggio, perchè vorrebbe sbarazzarsi degli uccelli ma non ci riesce; ma poi in meglio, quando capisce che i due figli (che vivono con la madre) si affezionano e sono contenti che il padre li accudisca. Tom cambia atteggiamento, si rende disponibile, li segue, si affeziona a loro e i pinguini a lui. Si innesca un circolo virtuoso, che porta Tom a concludere un importante affare immobiliare, e la moglie con i figli a tornare a vivere con lui.

Valutazione Pastorale

All'origine c'è un romanzo dallo stesso titolo, pubblicato nel 1938 e scritto dai coniugi Richard e Florence Atwater. La storia era ambientata in una piccola città e narrava di un imbianchino e della sua famiglia che ereditano dodici pinguini. Qui invece ci sono New York, i grandi affari, una famiglia separata. Tutte le premesse poco nobili imboccano un percorso narrativo che rovescia completamente la situazione. In sintesi Tom fa affari, rispettando le persone, impedisce ai pinguini di finire allo zoo, rimette in piedi la propria famiglia. Siamo in pieno nel 'lieto fine', che tuttavia non è melenso, nè banale nè retorico. Il racconto scorre dinamico, spiritoso, intelligente. Dal punto di vista pastorale, ne esce un film da valutare coem consigliabile, semplice e da indicare per famiglie.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito in molte occasioni come prodotto in grado di soddisfare genitori e figli.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV