IL MATRIMONIO CHE VORREI

Valutazione
Consigliabile, Problematico
Tematica
Famiglia, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
David Frankel
Durata
100'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Hope Springs
Distribuzione
Bim Distribuzione
Musiche
Theodore Shapiro
Montaggio
Matt Maddok, Steven Weisberg

Orig.: Stati Uniti (2012) - Sogg. e scenegg.: Vanessa Taylor - Fotogr.(Scope/a colori): Florian Ballhaus - Mus.: Theodore Shapiro - Montagg.: Matt Maddok, Steven Weisberg - Dur.: 100' - Produz.: Todd Black, Guymond Casady.

Interpreti e ruoli

Meryl Streep (Kay Soames), Tommy Lee Jones (Arnold Soames), Steve Carell (dott. Bernard Feld), Jean Smart (Eileen), Ben Rappaport (Brad), Marin Ireland (Molly), Brett Rice (Vince), Elisabeth Shue (Karen), Becky Ann Baker (Cora), Mimi Rogers (Carol), Ann Harada . (Ann)

Soggetto

Dopo 31 anni Kay ha capito che il matrimonio con Arnold è entrato in una routine fatta di abitudini e di noia. Decisa a rivitalizzare il rapporto, prende appuntamento nella lontana cittadina di Great Hope Springs con il dott. Feld, famoso terapeuta della coppia. Dapprima riluttante e deciso a restare a casa, Arnold alla fine sale sull'aereo, e accetta di accompagnare la moglie. Gli incontri procedono all'insegna di alti e bassi, tra incertezze, imbarazzi, delusioni, dispiaceri. Ma l'esito finale è quello auspicato. Arnold e Kay ritrovano una vera armonia di coppia.

Valutazione Pastorale

Due attori maturi e con una gloriosa carriera alle spalle riescono a cogliere la preziosa occasione per una interpretazione non facile, fatta di sfumature e sottintesi. Bello il quadro iniziale, costruito sulla reiterazione di gesti anonimi rispetto ai quali nasce spontanea la voglia di lei di ribellarsi. E azzeccata anche il percorso di lui, costretto a superare impacci e timidezze, prima di arrendersi alla armonia di uan ritrovata 'conquista' affettiva e sensuale. Se nell'ultima parte il copione indulge a qualche sdolcinatura di troppo, resta prevalente la possibilità, pertinente e misurata, di affrontare in modo diretto un argomento (i rapporti tra coppie mature) spesso accantonato o trattato in modo sbrigativo. Risulta efficace l'incontro tra realtà e un pizzico di favola, di auspicio che veramente possa finire sempre così. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e certamente problematico.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in molte occasioni successive, per affrontare apertamente uan riflessione sull'argomento centrale.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film