IL MIO AMICO VAMPIRO

Valutazione
Futile, semplicistico
Tematica
Amicizia, Famiglia, Film per ragazzi
Genere
Favolistico
Regia
Uli Edel
Durata
95'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The little vampire
Distribuzione
Nexo
Soggetto e Sceneggiatura
Karey Kirkpatrick & Larry Wilson basato sui romanzi di Angela Sommer
Musiche
Nigel Clarke & Michael Csanyi
Montaggio
Peter R.Adam

Orig.: Stati Uniti(2000) - Sogg.: basato sui romanzi di Angela Sommer-Bodenburg - Scenegg.: Karey Kirkpatrick & Larry Wilson - Fotogr.(Normale/a colori): Bernd Heinl - Mus.: Nigel Clarke & Michael Csanyi-Wills - Montagg.: Peter R.Adam - Dur.: 95' - Produz.: Richard Claus.

Interpreti e ruoli

Jonathan Lipnicki (Tony Thompson), Alice Krige (Freda Sackville-Bagg), Richard E.Grant (Frederick Sackville-Bagg), Jim Carter (Rookery), Pamela Gidley ( l'acchiappavampiri), Tommy Hinkley (Dotty Thompson), Anna Popplewell (Bob Thompson), Dean Cook (Anna Sackville-Bag), Rollo Weeks (Gregory Sackville-Bag), John Wood (Rudolph Sackville-Bag), (lord McAshton)

Soggetto

Tony é un bambino americano di sei anni che si è da poco trasferito, con la famiglia, in un castello scozzese. La vita nel nuovo paese però non è delle più facili. Ha difficoltà a fare amicizia con i compagni di scuola che lo prendono in giro e la notte ha continuamente incubi sui vampiri. Un sogno ricorrente riguarda una pietra magica e dei vampiri che attendono l'arrivo di una cometa. Una notte arriva nella sua stanza il giovane vampiro Rudolph Sackville-Bagg. I due diventano presto amici. Tony aiuta Rudolph e la sua famiglia di vampiri a cercare la magica pietra che, usata in concomitanza con l'arrivo della cometa, ha il potere di ritrasformare tutti vampiri in esseri umani. A questo obiettivo però si frappone continuamente il crudele acchiappavampiri Rookery. Grazie all'intervento di Tony, Rookery sparisce dalla circolazione ed i vampiri possono ridiventare, finalmente, umani.

Valutazione Pastorale

Il film, destinato in primo luogo ad un pubblico di bambini, é tratto da una serie di racconti gotici, di matrice anglosassone, scritti dalla romanziera tedesca Angela Sommer-Bodenburg. L'idea di base è quella di raccontare l'amicizia tra un bambino e un vampiro suo coetaneo. In particolar modo c'é una rivisitazione dalla categoria dei vampiri che sono buoni e desiderano unicamente tornare ad essere umani. Si parla, dunque, dell'importanza dell'amicizia e dell'apertura all'altro senza pregiudizi. Il film tuttavia non é in grado di sviluppare con convinzione gli argomenti proposti, e risulta privo di una solida struttura narrativa. Il modo con cui sono affrontate le diverse tematiche é sbrigativo, e la presa in giro della croce risulta a lungo andare sgradevole. Il tentativo di introdurre elementi di vivacità non riesce, e la storia finisce per essere un po' noiosa. Dal punto di vista pastorale, pur restando il pubblico infantile il destinatario privilegiato, il film non si segnala per particolari qualità né di racconto né di immagini. E' da valutare come futile, per il modo estremamente semplicistico con cui procede la storia. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria nella fascia pomeridiana rivolta ai più piccoli. Non è il meglio, ma come passatempo può andare.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film