INVAXON – Alieni in Liguria

Valutazione
Accettabile, semplicistico
Tematica
Fantascienza
Genere
Fantastico
Regia
Enzo Pirrone, Massimo Morini
Durata
127'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Indipend. Reg.
Musiche
Massimo Morini
Montaggio
Michele BB Badinelli

Orig.: Italia (2004) - Sogg. e scenegg.: Massimo Morini - Fotogr.(Panoramica/a colori): Enzo Pirrone - Mus.: Massimo Morini - Montagg.: Michele BB Badinelli - Dur.: 127' - Produz.: Liguria Film Company.

Interpreti e ruoli

Gli astronauti : Franco Malerba (Comandante), Massimo Morini (se stesso), Marika Geregini (Sabrina Derking ( specialista di missione), specialista di cucina (se stesso), Shorty ( pilota), Massimo Bosso (Box), Davide Nigro ( specialista di missione), Andrea Possa (Nigro), Marco Rinaldi ( specialista di missione), Marco Dottore (Andrea Debba), Roberto Tiranti (cervellone della Regione Liguria), Sara Picasso (Marco Medico), Laura De Bart (Roby Tenso), Enrico Petrelli (Sarah Giotto), i Buio Pesto. (Laura Simpson), (Almoc)

Soggetto

Dopo molti eventi premonitori, il 31 aprile 2004 gli extraterrestri sbarcano a Genova e nel resto della Liguria. Ben presto si rivelano ostili e minacciosi, cosicché un gruppo di persone mette a punto un piano per segnalare questa invasione all'equipaggio di astronauti impegnato alla NASA per per la prima missione spaziale ligure. L'equipaggio arriva a Genova e, tra rischi, pericoli e una sfida di calcio allo stadio di Marassi, riesce infine a sconfiggere il nemico. Ma l'avvenimento resta indimenticabile nella storia di Genova.

Valutazione Pastorale

Su un canovaccio di totale fantasia gli autori inseriscono inserti di taglio documentaristico, con spezzoni di telegiorna e partecipazione di volti televisivi e sportivi noti e meno noti. Ne esce una storia che ha il sapore un po' scanzonato un po' incerto di un fantasy casareccio e autosufficiente. Non manca qualche idea simpatica, ma il racconto ha il difetto di essere troppo lungo (oltre 2 ore) per la limitatezza dei mezzi disponibili e per la evidente approssimazione nel montare il materiale girato. Girato con molto spirito goliardico e una buona dose di autoironia, il prodotto si lascia vedere senza voler lanciare messaggi né proporre didascalismi. Dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile e nell'insieme semplicistico. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato come proposta curiosa e insolita, certo di maggior impatto a livello di Genova e dintorni.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film