IO SONO TEMPESTA

Valutazione
Consigliabile, Problematico, dibattiti
Tematica
Avidità, Denaro, Famiglia - genitori figli, Lavoro, Metafore del nostro tempo
Genere
Commedia
Regia
Daniele Luchetti
Durata
97'
Anno di uscita
2018
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
01 Distribution
Musiche
Carlo Crivelli
Montaggio
Mirco Garrone, Francesco Garrone

Orig.: Italia (2018)- Sogg. e scenegg.: Giulia Calenda, Sandro Petraglia, Daniele Luchetti - Fotogr.(Scope/a col.): Luca Bigazzi - Mus.: Carlo Crivelli - Montagg.: Mirco Garrone, Francesco Garrone - Dur.: 97' - Produz.: Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Gina Gardini per Cattleya con RAI Cinema.

Interpreti e ruoli

Marco Giallini (Numa Tempesta), Elio Germano (Bruno), Eleonora Danco (Angela), Jo Sung (Dimitri), Francesco Gheghi (Nicola), Carlo Bigini (padre di Numa), Marcello Fonte (il Greco), Franco Boccuccia (Boccuccia), Paola Da Grava (Paola), Federica Santoro (Domitilla), Pamela Brown (Ballerina), Simonetta Columbu (Radiosa), Klea Marku (Klea), Sara Deghdak . (Mimosa)

Soggetto

A Numa Tempesta, finanziere che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro, capita un evento imprevisto: la legge gli chiede conto di una vecchia condanna per evasione fiscale per la quale dovrà scontare un anno di pena ai servizi sociali in un centro di accoglienza...

Valutazione Pastorale

Dall'esordio nel film collettivo "Juke box" (1985), Daniele Luchetti ha diretto una decina di titoli, mettendo in mostra ogni volta versatilità e originalità. Eccolo oggi occuparsi di Numa Tempesta, uomo d'affari senza scrupoli e valori che, per una vecchia condanna quasi dimenticata, è costretto a mettersi in discussione e a dedicarsi ai lavori socialmente utili . Il fatto è che Numa fa amicizia con Bruno, uno dei presenti nell'ospizio di accoglienza, e tra loro nasce una solidarietà ben poco 'solidale' ma molto interessata. Numa in sostanza continua a fare ciò che conosce, ossia fare i soldi in modo truffaldino, e Bruno, entusiasta, lo segue diventando più realista di Numa. Insomma, si tratta di una commedia amara e caustica, molto vicina a certi meccanismi derivanti dal miglior Monicelli. Il racconto è secco e senza sconti, capace di cattiveria e di nascosta pietà. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile, problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in successive occasioni, come opportunità di gettare uno sguardo inedito e non banale sulla commedia italiana.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film