LA FELICITÀ PORTA FORTUNA – Happy Go Lucky

Valutazione
Discutibile, Problematico, Adatto per dibattiti
Tematica
Amicizia, Donna, Famiglia - fratelli sorelle, Lavoro, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Mike Leigh
Durata
118'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Gran Bretagna
Titolo Originale
Happy Go Lucky
Distribuzione
Mikado Film
Musiche
Gary Yershon
Montaggio
Jim Clark

Orig.: Gran Bretagna (2007) - Sogg. e scenegg.: Mike Leigh - Fotogr. (Scope/a colori): Dick Pope - Mus.: Gary Yershon - Montagg.: Jim Clark - Dur.: 118' - Produz.: Simon Channing Williams.

Interpreti e ruoli

Sally Hawkins (Poppy), Eddie Marsan (Scott), Samuel Roukin (Tim), Nonso Anozie . (Ezra), Sarah Niles (Tash), Alexis Zegerman (Zoe), Sinead Matthews (Alice), Karina Fernandez (insegnante di flamenco), Sylvestra Le Touzel . (Heather)

Soggetto

A Londra Poppy, insegnante in una scuola materna, vive insieme ad altre amiche, non ha legami sentimentali, gira in bicicletta sempre con un bel sorriso sul viso. Quando decide di imparare a guidare, si trova a fianco un istruttore dal carattere instabile, che ben presto cede di fronte alla solida calma di lei. Poppy conosce un ragazzo, forse potrebbe essere il suo grande amore...

Valutazione Pastorale

Qualche mese nella vita di una trentenne londinese, single, classe media, aspetto piacevole e modi di fare svelti: un ritratto qualunque? Certo l'approccio del regista é aperto e incisivo. Ma non é vero, come sembra in un primo momento, che Poppy porti felicità a tutti quelli che incontra, anzi forse é proprio il contrario. L'approccio della ragazza alle varie fasi della quotidianità é spesso univoco e scoraggiante (vedi la visita a casa della sorella che sta per avere il primo bambino). Il carattere di Poppy tendee ad azzerare, a togliere le sfumature, a rendere tutto possibile per tutto é poco importante. Forse Poppy rifugge dalle responsabilità. Forse Leigh descrive in Poppy una estrema forma di ribellione al corrotto sistema anglosassone e occidentale. Stratificato e accattivante, un po' nascosto dietro il taglio brillante e la scatenata interpretazione di Sally Hawkins, il film é da valutare come discutibile, certo problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e, meglio, da recuperare in occasioni mirate per avviare riflessioni sui temi che propone. Attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV