LADRI PER LA PELLE

Valutazione
Inaccettabile, violento
Tematica
Mafia, Violenza
Genere
Thriller
Regia
Scott Sanders
Durata
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Thick as thieves
Distribuzione
CDI - Buena Vista International Italia

Orig. : Stati Uniti (1998) - Sogg. : tratto dal romanzo di Patrick Quinn - Scenegg. : Scott Sanders e Arthur Krystal - Fotogr. (Normale / a colori) : Christopher Walling - Mus. : Christophe Beck - Montagg. : John Pace - Dur. : 95' -Produz. : Donald Zuckerman, Glenn Zoller, Jon Steingart.

Interpreti e ruoli

Alec Baldwin (Mackim), Andre Braugher (Dink Reeves), Michael Jai White (Point Williams), Rebecca DeMornay (detective Petrone), Bruce Grenwood (Bo), Richard Edson (Danny), Robert Miano (Frank Riles), Khandi Alexander (Janet), Brad English (Kendall), Janeane Garofalo (Anne), Ricky Harris (Rodney), Gavin Polone (Simons), Julia Sweeney . (Sarah)

Soggetto

A Chicago, Mackin, ladro professionista che lavora su commissione, accetta dal mafioso Frank un incarico semplice e senza troppe difficoltà : entrare in una tipografia di Detroit e sottrarre buoni alimentari governativi per un valore di 250.000 dollari. Portato a termine il compito, Mackin effettua lo scambio della refurtiva con Pointy, emissario locale di Frank, ricevendo la cifra pattuita di 20.000 dollari. Sulla strada di ritorno per l'aeroporto, Mackin viene avvicinato e ammanettato da due poliziotti: riesce a liberarsi, li uccide, torna a Chicago, capisce che i poliziotti lavoravano per Pointy ed erano stato incaricati di eliminarlo e di prendersi i soldi come compenso per i loro servizi. I buoni alimentari ormai non valgono più niente, la polizia deve indagare su due omicidi e la mafia vorrebbe punire Pointy per questo gesto sconsiderato. Mackin però vuole una vendetta personale. Con l'aiuto degli amici Bo e Rodney, fa irruzione al Black Hole Club, un locale di proprietà di Pointy, lo rapina portando via oltre 20.000 dollari. Poi prende di mira il magazzino di macchine rubate, che viene dato alle fiamme. I conti ora sembrano in pari ma, tornando al motel, i tre trovano le stanze sottosopra: i sicari di Pointy hanno teso un agguato, uccidendo Frannie, il cagnetto adorato da Mackin. Il detective Petrone incalza Point, mettendolo alle strette, il capo mafia di Chicao Sal é indispettito da questa sequela di violenze impreviste. Si decide allora di convocare una riunione comune. Mackin rinfaccia a Pointy di avere giocato sporco sulla sua pelle. Frank chiede a Pointy quali siano le sue richieste per mettere la parola fine, ma mentre scrive, Pointy riceve un colpo di pistola alla nuca. Al vice di Pointy, Dick , viene offerto di diventare il nuovo capo di Detroit. Mackin torna a Chicago e, a casa, trova un cucciolo, con un biglietto di accompagnamento: "Spero che il cane ti piaccia", firmato Dink Reeves.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un thriller di fattura modesta e approssimativa. Ad una confezione povera e tirata al risparmio (insolita nel cinema americano: scenografie ridottissime e utilizzate più volte, ambienti poco illuminati, cartelli per chiarire il cambio di scenario), si affianca un racconto che, dopo un buon inizio, si affloscia, perde mordente, va avanti con molta fatica e con poca sostanza narrativa. Tutto rimane ad un livello estremamente superficiale, quasi limitandosi a riciclare i meccanismi più vieti e prevedibili del filone 'gangster - mafia': i personaggi non prendono mai corpo, forse anche per l'interpretazione annoiata di Alec Baldwin e degli altri. Rimane solo allora in primo piano la sensazione che il film sia una sorta di omaggio alla mafia, ai suoi riti, al suo codice d'onore, che in fin dei conti sa sempre come risolvere le situazioni: con la pistola. Dal punto di vista pastorale, il film propone situazioni negative fini a se stesse, da valutare come inaccettabili, anche per la molta violenza a sangue freddo che attraversa tutta la vicenda. UTILIZZAZIONE: il film é da escludere dalla programmazione ordinaria. Anche per altre occasioni più mirate, la sua complessiva superficialità non ne incoraggia certo l'utilizzazione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film