LE MORTI DI IAN STONE

Valutazione
Inconsistente, crudezze
Tematica
Morte, Violenza
Genere
Horror
Regia
Dario Piana
Durata
87'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Gran Bretagna, Stati Uniti
Titolo Originale
The Deaths of Ian Stone
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Elia Cmiral
Montaggio
Celia Haining

Orig.: Gran Bretagna/Stati Uniti (2007) - Sogg. e scenegg.: Brendan Hood - Fotogr.(Scope/a colori): Stefano Morcaldo - Mus.: Elia Cmiral - Montagg.: Celia Haining - Dur.: 87' - Produz.: Brian J. Gilbert, Ralph Kamp, Stan Winston.

Interpreti e ruoli

Mike Vogel (Ian Stone), Andrew Buchan (Ryan), Christina Cole (Jenny), Michael Dixon (Brad Kopple), Michael Feast (Gray), Jaime Murray . (Medea)

Soggetto

Il giovane Ian Stone si avvicina per vedere meglio un cadavere riversato sull'asfalto. Il corpo in realtà é vivo, si rialza, minaccia e Ian muore travolto da un treno in corsa. Da quel momento il ragazzo ricomincia a vivere e a morire tantissime volte, senza continuità. Sapendo che quando arriva una certa ora, la sua morte é imminente. Ian prova ad uscire da questo gioco perverso, e sembra infine riuscirci. Ma ora é lui nei panni degli angeli della morte, a portare segnali ad altri malcapitati.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un racconto di modestissimo livello, oltremodo arzigogolato, pretenzioso, confuso. Il copione fallisce proprio lì dove dovrebbe emergere al meglio, ossia nel creare una qualche suspence. Niente da fare, prevale la noia, il che per un prodotto di genere non è una bella presentazione. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inconsistente, e comunque caratterizzato da molte crudezze.

Utilizzazione

Bisogna dire che l'utilizzazione potrebbe anche essere trascurata, senza lasciare molti rimpianti. E' ovvio che molta attenzione é da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film